Le 7 peggiori pizze al mondo
@Iberpress
Le 7 peggiori pizze al mondo
Società

Le 7 peggiori pizze al mondo

Da cibo-simbolo dell'Italia e di Napoli alle varianti più originali (e tremende). Ecco come la pizza può trasformarsi

Una pizza Margherita, la versione "tradizionale" della nota specialità italiana Olycom

Fa parte della tradizione italiana, rappresenta uno dei cibi-simbolo del Belpaese nel mondo e della sua presenza c'è traccia persino nell'Eneide di Virgilio. Ma nel corso degli anni la ricetta tradizionale della pizza ha conosciuto una serie di varianti, fino ad arrivare alle più stravanti, comprese quelle al cioccolato, alla frutta e formaggio o alla versione "breakfast" (tutt'altro che leggera e adatta ad iniziare la giornata con sprint!). Nelle scorse ore, poi, ha fatto molto discutere la pizza da 9.000 calorie. Ecco quali sono le peggiori pizze in circolazione nel mondo.

1- Le origini

La pizza e le sue origini napoletane, apprezzate anche dalla Casa Savoia Olycom

Della pizza (o meglio, del suo "antenato") si parla fin nell'Eneide di Virgilio, dove il poeta latino racconta dell'abitudine di mangiare un pane cotto e servito su un tagliere. E' però indubbiamente a metà del '700 nel Regno di Napoli che la pizza diventa popolarissima, nella sua versione di pasta e pomodoro (inizialmente accolto con diffidenza), sia tra la popolazione più umile che tra i nobili, compresi i sovrani. La pizza fu così amata anche dalla Regina Margherita di Savoia, che il piazzaiolo Raffaele Esposito nel 1889 decise di dedicarla alla sovrana, utilizzando ingredienti che richiamassero i colori della bandiera della neonata Italia, ovvero la mozzarella (bianca), il pomodoro (rosso) e il basilico (verde). Nacque così la pizza Margherita.

2 - Marinara e altre varianti

La pizza Gournet, al cioccolato belga thesqeez.com

Se anche la pizza Marinara (dal nome dei marinaia che la mangiavano nella versione con solo olio, aglio e origano, di ritorno dalla pesca nella Baia di Napoli) fa parte della tradizione, negli anni sono state create molte varianti alla ricetta base. Tra queste spicca, nella top ten delle peggiori, la Gournet Chocolate Pizza: è estremamente croccante e dolcissima, dal momento che l'ingrediente principale è il cioccolato belga (!). La si può "degustare" solo in Gran Bretagna.

3 - Breakfast Pizza

La breakfast pizza, di gusto tipicamente anglosassone thesqeez.com

Il nome (Breakfast Pizza) può trarre in inganno: si potrebbe pensare ad una variante pensata per il primo pasto della giornata, ma in realtà questa pizza rispecchia i gusti tipicamente anglosassoni, così distanti dalla tradizione mediterranea, soprattutto in fatto di colazione: gli ingredienti sono uova fritte, salsiccia, funghie e fagioli cotti al forno in salsa (piccante?).

4 - Mac and Cheese Pizza

La Mac and Cheese Pizza thesqeez.com

Tra le pizze decisamente terribili ecco la Mac and Cheese Pizza che, su una base di pasta per pizza, prevede un "top" di pasta (tipo "macaroni elbow", ovvero i "gomiti"), salsa al formaggio e bacon croccante, il tutto unito a cipolla e aglio finemente tritati.

5 - Tater Tots Pizza

Originale anche questa pizza, con carne, cipolla e crocchette di patate thesqeez.com

In questo caso oltre ad avere condimenti particolari, anche la forma della pizza cambia: è rettangolare e guarnita con carne di manzo, sottili fette di cipolla soffritta nel burro, salsa di pomodoro, una fetta di jalapeno (peperone) piccante e Tater Tots surgelate (ovvero una sorta di crocchette di patate, con cipolla e pepe). Una pizza fortemente sconsigliata a chi ha problemi di digestione.

6 - Fruit Pizza

la Fruit Pizza, che assomiglia più a una crostata di frutta che ha una pizza vera e propria thesqeez.com

Senz'altro più light, ma dal sapore alquanto originale è la pizza ai frutti, guarnita con frutta fresca, dove però la base non è costituita dall'impasto normale, bensì da pasta frolla, come quella dei biscotti. La differenza rispetto ad una crostata alla frutta? Molto poca, se non fosse per la presenza della crema al formaggio (o crema tradizionale dolce, per chi preferisce la versione "normale").

7 - La pizza da 9.000 calorie

Una fase della preparazione della pizza da 9.000 calorie @Iberpress

Per finire ecco la pizza da ben 9.000 calorie, ovvero un piatto che da solo ha un apporto calorico pari a quello che si dovrebbe ingerire in 3 giorni (con una dieta media di 3.000 calorie al giorno, che già di sé non sono poche). Questa variante pesa 3,2 kg, è alta 11 centimetri e, oltre ad avere salsa di pomodoro, acqua, lievito e sale, tra gli ingredienti ha prosciutto cotto (uno strato da 520 cal.), cipolla (30 cal.), funghi (90 cal.), bacon (768 cal.), gamberetti (145 cal.) e ananas (190 cal.). Come se ciò non bastasse (tralasciando l'abbinamento tra cibi) ecco anche uno strato di salame (200 grammi, pari a 780 cal.), maionese (275 grammi, per 1980 calorie totali), formaggio (2.700 cal.), una porzione extra di bacon (120 grammi per 384 calorie) e un uovo come guarnizione finale (90 cal.). Finito? Non proprio. Il "tocco" da maestro del pizzaiolo americano che ha inventato questa bomba calorica (un attentato alla salute di chi prova a mangiarla) è una spolverata di erbe aromatiche (per ulteriori 14 cal.): dopo questa preparazione, la pizza è pronta per essere informata.

8 - Chicken, pesto and red Peppers Pizza

La Chicken, Pesto and red Peppers Pizza Olycom

Un altro "capolavoro" delle pizze originali è quella con pollo, pesto e peperoni rossi: una pizza molto diffusa negli Stati Uniti, che unisce il gusto per la carne di pollo con la passione per il "tocco" piccante.

9 - Ma quante calorie ha una pizza "normale"

Quante calorie deve avere una pizza "normale"? @Iberpress

Dopo questa carrellata, viene da chiedersi quante calorie abbia una pizza "normale". Il conto è presto fatto e i numeri sono forniti dall'INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione): la pizza con pomodoro e mozzarella fornisce circa 271 calorie per 100 grammi, dunque dipende dalla "taglia" della pizza stessa. Se, invece, si opta per una pizza rossa (senza formaggio), le calorie scendono a 243 per 100 grammi. Infine, per la pizza bianca (senza pomodoro, ma con formaggio) le calorie salgono a 302 per 100 grammi. Al conteggio si devono aggiungere le calorie fornite dall'olio di oliva e quelle "extra" dovute ad altri ingredienti.

Nel complesso, però, calcolando che una pizza tradizionale pesa dai 250 ai 300 grammi, una pizza non supera le 700 calorie di media.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti