La top ten delle "americanate"
Olycom
La top ten delle "americanate"
Società

La top ten delle "americanate"

Tutto ciò che per gli europei sembra assurdo, dall'aria condizionata sempre al massimo a certi saluti "made in Usa"

Per gli europei sono molte le stranezze in AmericaOlycom

Cubetti di ghiaccio pressoché in ogni bibita e in ogni stagione, aria condizionata sempre al massimo, cibo in formato "large size" e abbinamenti "originali" tra alimenti sono alcune delle stranezze che gli europei notano negli Stati Uniti. "Americanate" che fanno arricciare il naso, ma che fanno parte della cultura e delle abitudini Oltreoceano, come quella della mancia obbligatoria. Ecco la top ten, stilata da Business Insider UK.

1 - "How are you?"

"How are you?" non è una domanda, ma un salutoOlycom

Ecco uno dei classici: si entra in un negozio o si arriva alle casse e il commesso chiede How are you?. Un europeo, abituato a rispondere alle domande, ecco che prontamente replicherà con un Very wlell, thank you da manuale, ma in realtà potrebbe farne a meno senza risultare maleducato, perché in realtà non si tratta di una domanda, ma di un semplice saluto!

2 - Ghiaccio ovunque

Un'altra caratteristica negli Usa sono le bibite, sempre servite con molto ghiaccioOlycom

E' inutile sforzarsi di spiegare perché un europeo chiede una bibita "no ice": un americano non capirà mai come si possa bere senza ghiaccio, così come un europeo non riuscirà mai a farsi una ragione del fatto che negli Usa, pressoché qualunque cosa si ordini, sarà servita con una montagna di cubetti di ghiaccio (in qualsiasi stagione).

3 - Il "refill"

Un'altra usanza comune è quella di rabboccare i bicchieri con le bibite ordinate e già consumate in tutto o in parteOlycom

In Europa non succede mai, quindi quando ci reca negli Stati Uniti lascia alquanto sorpresi che la bevanda ordinata (che sia una cola, un caffè o una birra alla spina) possa essere "ricaricata" quando si è a metà o la si è finita. Ma forse la spiegazione sta proprio nel fatto che viene servita con ghiaccio, dunque è più "annacquata"? Perché allora ordinare una "large", se anche per la "small" è previsto un "refill"?

4 - La dimensione delle porzioni

Le dimensioni (e le porzioni) delle portate sono sempre enormi in AmericaOlycom

Tutto negli Stati Uniti è più grande rispetto al Vecchio Continente: le strade sono più larghe, le auto più grandi, i grattacieli più alti e...le dimensioni delle porzioni più abbondanti. Il concetto vale anche per le doggy bag, ovvero le scatole che vengono offerte per portarsi a casa il cibo avanzato: un'abitudine ancora sconosciuta (e che crea non poco imbarazzo nei clienti) in Europa.

5 - Abbinamenti tra cibi

Gli abbinamenti tra cibi differenti tra loro risulta spesso bizzarroOlycom

Come si può mangiare la frutta insieme alla carne alla griglia? O i marshmallows con le sweet potatoes? L'elenco sarebbe molto lungo, ma è inutile cercare di capire: in America si fa.

6 - La mancia obbligatoria

Attenzione alla mancia: negli Usa è sempre obbligatoriaOlycom

I camerieri sono sottopagati e la loro principale fonte di sostentamento è rappresentata dalle mance, di fatto obbligatorie da parte del cliente. Una consuetudine che per un europeo non solo non è abituale, ma a volte risulta anche sgradevole: come quando, sullo scontrino, sono suggeriti gli importi della "tip" (minimo, con tanto di emoticon triste, accettabile con emoticon neutro e gradita con emoticon sorridente).

7 - Question game

Spesso le cameriere sottopongono agli avventori dei locali veri "question games"Olycom

Qualcuno lo chiama proprio question game: è la raffica di domande che vengono fatte a clienti e avventori al momento dell'ordinazione. Posso andare dal tipo di cottura della carne (da "medium" a "well done") a quello dei condimenti ("On a site?" "A parte?") a molto altro.

8 - Il prezzo e le tasse "occulte"

Le tasse sono sempre escluse dai prezzi esposti in vetrinaOlycom

Si entra in un negozio o in un grande magazzino e si è ingolositi dal prezzo di un prodotto; si arriva alla cassa, ma si scopre che il costo finale non è lo stesso di quello esposto nello scaffale. Perché? Facile: negli Usa bisogna sempre ricordare che le tasse (Iva e simili) sono escluse e vengono aggiunte solo al momento del conto finale. Attenzione!

9 - Aria condizionata al massimo

L'aria condizionata negli Usa è d'obbligoOlycom

E' uno dei primi "scogli" da superare quando si sbarca negli Usa: l'aria condizionata sempre al massimo in qualunque locale chiuso in cui si entri. Bisogna farsene una ragione: gli americani non concepiscono il concetto di negozio (o abitazione) a temperatura ambiente, occorre sempre avere il condizionatore accesso (al massimo), quindi, se un europeo non vuole "congelare" è bene che si munisca di maglia o felpa per quando fa l'ingresso in un locale climatizzato americano, automobili comprese.

10 - Monete, misure e valore

Perché alcune monete che valgono di più sono più piccole?Olycom

Per un europeo, abituato alle monete delle Vecchio Continente, è un controsenso: perché monetine più piccole, come il dime, pari a 10 centesimi, è più piccolo dei 5 cents? Inutile assillarsi, non c'è risposta.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti