La svolta "green" di Kate Middleton

Dopo il Principe Azzurro ecco che arriva la Principessa Verde, tutta casa e orto. Pannelli solari a Kensington Palace, vernice atossica per la cameretta del royal baby e un appezzamento pronto per essere coltivato. E chissà che alla bella Kate non riesca quello che per una vita ha tentato di fare Carlo. Intanto per domani è prevista l'ultima apparizione pubblica prima di ritirarsi in attesa della nascita dell'erede

Il dolce sorriso di Kate che incanta i sudditi e la Regina

Alessia Sironi

-

Chi si aspettava che nel giro di tre anni Kate Middleton passasse dalla dolce Waity Katie a una delle 100 persone più influenti del mondo. Sì, perché non appena il Time Magazine l’ha inserita nella famosa e ambita lista (di cui per altro fa parte solo un membro della Famiglia Reale e cioè Queen Elizabeth II), la Duchessa di Cambridge ha fatto immediatamente sapere che utilizzerà la sua “influenza” solamente per uno scopo: cresce un futuro erede al trono britannico nel modo più green che conosca.

Catherine (perché guai a chiamarla solamente con il diminutivo davanti a un suddito di Sua Maestà) è amata da tutti e incanta persino dalla Regina per i suoi modi aggraziati e il suo sorriso sempre smagliante. Ma piace soprattutto agli inglesi per le sue doti da “formichina” parsimoniosa: ricicla gli abiti, i cappellini e le pochette, veste talvolta vintage e non disdegna di utilizzare lo stesso paio di scarpe più volte. E per finire, crescerà il suo bambino nel verde. In tutti i sensi. La Duchessa infatti non ha solo fatto restaurare Kensington Palace dotando la residenza di pannelli solari per il risparmio energetico, ma ha fatto tinteggiare la cameretta del pargolo con vernici atossiche (sembrerebbe di color verde acqua, così che ogni fuga di notizie sarebbe vana).

E chissà che la governante italiana (Antonella Fresolone) non sia stata assoldata per fare imparare all’ex Miss Middleton a preparare pane, pasta e pizza fatte in casa, proprio come vuole la classica Dieta Mediterranea. Intanto la scelta della dimora in cui crescere suo figlio non è avvenuta a caso: tra le tante a disposizione gli sposini hanno optato per Kensington non tanto perché (come era stato scritto) era la residenza della mai dimenticata Lady Diana, bensì perché in centro città e circondata da innumerevoli ettari di verde. Catherine ha infatti disposto che una parte venga adibita ad orto di cui, dopo la nascita del Royal Baby, si occuperà lei stessa. E pare abbia già dimostrato in più occasioni il suo pollice verde. L’ultima in occasione di una visita all’Elswick Park di New Castle dove l’associazione The Queen Elizabeth II Fields Challenge mette a disposizione delle donne aree verdi da lavorare e dove la Duchessa ha ammesso di coltivare patate.

E se la stilista inglese Vivienne Westwood ha elogiato lo stile della futura Regina consigliandole di “indossare gli stessi abiti ancora e ancora perché fa bene all’ambiente ed è un messaggio positivo”, dal suocero Carlo arriva un amaro commento: “spero a lei riesca quello che non è riuscito a me”, e cioè sensibilizzare i suoi sudditi a temi caldi quali ecologia e sostenibilità.

Intanto è fissata per domani 13 giugno l’ultima uscita ufficiale perché poi si ritirerà aspettando il parto insieme a William rientrato appositamente dalla base Raf di Anglesey in Galles per stare accanto alla moglie. Prima che Carole (la suocera) prenda possesso di una delle stanze ritinteggiate di Kensington Palace.

© Riproduzione Riservata

Commenti