La Gioconda è calva. La campagna choc della Ant
La Gioconda è calva. La campagna choc della Ant
Società

La Gioconda è calva. La campagna choc della Ant

La Onlus che tutela i diritti dei malati di cancro lancia uno spot dall'impatto immediato

"Un tumore cambia la vita, non il suo valore", è questo il claim proposto sotto l'immagine della Gioconda calva della Ant, la Onlus no profit che offre assistenza medica specialistica domiciliare gratuita ai malati di tumore.

L'immagine della Monna Lisa senza capelli è uno choc iconico d'impatto che scuote la memoria artistica collettiva e che pone l'accento sul tratto che accomuna i pazienti sottoposti a chemioterapia e radio-terapia. La malattia si mostra in tutta la sua evidenza sottolineando, però, che la vita resta la protagonista e che anche il sorriso amletico della donna di Leonardo permane nel suo fascino enigmatico. 

 "L’immagine della Gioconda calva - spiega la Ant - è un colpo d’occhio sconcertante, perfetto emblema degli sconvolgimenti che il cancro porta con sé, dell’enormità del suo impatto sul vissuto di una persona e del valore inestimabile della posta in gioco". "La Monna Lisa - continua la Onlus - così presentata, stravolge l’icona scolpita nella memoria collettiva, mettendola in discussione esattamente come fa un tumore con la storia personale di chi ne è colpito".

E conclude: "Superato lo stupore iniziale, ci si accorge che l’opera per quanto diversa da quella cui siamo abituati, non perde nulla del suo valore e della sua unicità".

La dignità della vita e la vita in dignità sono i tratti chiave del progetto Ant che, con la campagna realizzata da Diaframma Adertising sotto la direzione creativa di Stefano Ginestroni, l’art director Lorenzo Guagni e la copywriter Lisa Cecconi, ha voluto dar luogo ad un'immagine sintetica ma profondamente esaustiva di quella che è la realtà dei malati di cancro.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti