Società

In Scozia i matrimoni si potranno celebrare con rito alla Star Wars

I Cavalieri dello Jedi sono la più grande comunità alternativa della Gran Bretagna e presto potrebbero avere il proprio rito di nozze

(Credits: Gettyimages)

"In forze delle tenebre e le forze di luce, ovunque tu vada e qualsiasi cosa tu ti trovi ad affrontare, prometti di condividere la tua vita in matrimonio con  *** Jedi?"

Potrebbe suonare più o meno così la promessa di matrimonio scambiata tra adepti della saga di Star Wars e celebrata dai Cavalieri dello Jedi.

L'ultima novità in fatto di matrimoni alternativi arriva dalla Scozia. La Chiesa libera scozzese ha emesso un disegno di legge per legalizzare le unioni civili tra persone unite da "credenze di gruppo". Tra queste ci sono anche coloro che appartengono alla Jedi Knights Society.

"Ci sono un sacco di persone in una società diversificata come questa per le quali le credenze di gruppo possono significare praticamente tutto- la Flat Earth Society e Jedi Knights Society per dirne solo un paio - e allora perchè no" ha detto il reverendo Martin Iver della Libera Chiesa di Scozia.

Secondo il censimento del 2011 in Gran Bretagna ci sono circa 177.000 cittadini che si identificano come Cavalieri dello Jedi, e questo li rende la più grande "religione alternativa" in Inghilterra e Galles e per loro avere la possibilità di legalizzare un rito che già avviene sarebbe molto importante.

Si apprende infatti che esiste già un protocollo per il "matrimonio" nella Chiesa Jedi: i membri si trovano davanti a quello che loro considerano un ministro Jedi e recitano i voti come appunto quello citato: "In forze delle tenebre e le forze di luce, ovunque tu vada e qualsiasi cosa tu ti trovi ad affrontare, prometti di condividere la tua vita in matrimonio con  *** Jedi?"

Il disegno di legge scozzese è in fase di elaborazione e poi sarà sottoposto al vaglio del Parlamento scozzese.

© Riproduzione Riservata

Commenti