Il decalogo del gentleman perfetto

Dieci comportamenti da tenere per dimostrare di essere un vero gentiluomo

Simon Baker, il protagonista della serie tv The Mentalist è testimonial del nuovo profumo (Credits: Gettyimages)

Barbara Pepi

-

"Non ci sono più gli uomini di una volta!" Quante volte si sente ripetere questa affermazione di fronte alla quale non resta che replicare che non ci sono neanche più le donne di una volta.

Con tante femmine alfa in giro si rischia di prendersi cinque dita sulla faccia se si apre la portiera dell'auto ad una signora e di rimediare un due di picche se si prova a pagare il conto.

Ma sarà proprio vero? Oppure anche le leonesse stanno tornando ad ammorbidire la criniera e a godersi la gioia di avere accanto un principe azzurro?

Nel dubbio, e per togliere un po' di polvere dalla memoria a tanti cavalieri dell'età della pietra, Givenchy, in vista dell'uscita del suo nuovo profumo da uomo a marzo, ha stilato una sorta di decalogo del perfetto gentleman.

Testimonial quel signore di Simon Baker ecco i dieci comportamenti (che riportiamo fedelmente) da tenere (o da riconoscere per le signore) per essere un vero Lord... E si sa, l'eleganza e i modi cortesi finiscono per conquistare anche le donne più agguerrite.

1. Il vero gentleman guarda una donna dritto negli occhi

2. E' puntuale per natura

3. Non usa cellulare, ipad, smartphone o chi per esso in vostra compagnia

4. Vi lascia guidare la sua auto

5. Fa ridere vostra madre. E vostra sorella. E vostra nonna

6. Sa dire "Buongiorno", "Arrivederci", "Per favore", "Grazie" e... "Dopo di Lei". In quattro lingue.

7. Vi ascolta davvero e si ricorda della vostra conversazione della sera prima.

8. Nasconde uno smoking nel suo guardaroba.

9. Non rivendica mai di essere un Gentleman.

10. Indossa Gentleman Only di Givenchy (ma questo solo da marzo 2013).

Al netto dei punti 6 e 8 (tutto sommato si può vivere senza) se anche l'uomo ideale avesse solo cinque di queste caratteristiche (in una sola persona... Non vale il carnet di partner a seconda della situazione) ci si potrebbe già considerare più fortunate di Cenerentola!

© Riproduzione Riservata

Commenti