Jenna Marbles, la donna da 1 miliardo di clic

Insegna a vivere nella società di oggi e suggerisce come diventare belle anche quando si è bruttine. Usa un linguaggio da teenager, ma è laureata in psicologia. Si chiama Jenna Marbles e sta diventando ricca grazie ai suoi videocorsi su YouTube. E anche in Italia cominciano a spopolare le autrici del fai da te del web.

Guido Castellano

-

Jenna Marbles è la regina incontrastata di YouTube. I suoi video sono stati cliccati da più di 1 miliardo di persone e il suo canale ha oltre 8 milioni di iscritti. Per fare un paragone italiano, è come se avesse lo stesso numero di abbonati di Sky e Mediaset Premium messi insieme. Nonostante questo, se a qualsiasi americano over 30 provate a chiedere chi sia, probabilmente non otterrete risposta. Il risultato cambia se ponete la domanda ai teenager. I video di Jenna Marbles, infatti, spopolano tra il pubblico della rete tra i 13 e i 25 anni.

Sono video tutorial, ossia corsi, su qualsiasi cosa, girati in casa con webcam e computer. Sono volutamente amatoriali. Gli argomenti? Principalmente come truccarsi o comportarsi in molte occasioni della vita. Il suo clip dal titolo "How to avoid talking to people you don’t want to talk to", ossia "Come evitare di parlare alle persone a cui non volete rivolgere la parola", è uno di quelli più cliccati. È stato visto da oltre 30,6 milioni di persone. Il linguaggio è crudo: quello colorito e un po’ slang usato nella vita di tutti i giorni dai ragazzi. Mentre parla alla telecamera dal divano di casa sua dice: "Ho deciso di fare questo video perché mi sono rotta dei ragazzi che pensano di poter strusciare i loro genitali sul mio culo solo perché mi hanno vista ballare". Va detto che Jenna Marbles, anche se parla ai giovani di 13 anni con un linguaggio a loro comprensibile, di anni ne ha 26, il doppio. Nata e cresciuta a Rochester (nello stato di New York), si è laureata in psicologia è ha ottenuto un master alla Boston University.

Forse è per questo che ha successo: riesce a entrare nella psiche dei suoi web spettatori parlando loro come se fosse l’amica del cuore, la compagna di banco del liceo. Ogni mercoledì pubblica un nuovo video che, già al primo giorno, supera sempre il milione di visualizzazioni. I titoli delle sue clip sono sempre in grado di catturare l’interesse. Alcuni esempi: "Cosa fanno le ragazze in bagno la mattina" (22 milioni di clic), "Odio essere cresciuta" (12,5 milioni), "Come truccarsi quando si è già ubriachi" (14,6 milioni).

Jenna Marbles, il cui vero cognome è Mourey (Marbles è il nome del suo chihuahua spesso presente nei suoi video) non solo regna su YouTube, ma è figlia dei social network e da essi trae ispirazione. Ha 1,6 milioni di fan su Facebook ai quali ogni martedì chiede cosa vorrebbero vedere nel video che lei girerà il mercoledì successivo. Ha più amici su Instagram della famosissima conduttrice tv Oprah Winfrey e 2,7 milioni di follower su Twitter. I suoi video sono un cocktail di umorismo, sex appeal, pupazzi, facce buffe e commenti sulla società legati da un linguaggio dissacrante.

La fama ha raggiunto Marbles velocemente. Tre anni fa nessuno nemmeno la conosceva. Nel 2010, mentre studiava per il master in psicologia, non riusciva quasi a pagare l’affitto di un appartamento in cui coabitava con persone che cambiavano continuamente: baristi, stripper di nightclub, inservienti di centri abbronzatura. Poi un giorno ebbe un’idea. E caricò su YouTube il filmato che le ha cambiato la vita. L’idea geniale è stata trasformare in un videocorso i suoi preparativi per andare a fare la cubista in discoteca, lavoro con cui si pagava gli studi. Questo il titolo: "Come ingannare le persone e far loro credere di essere belle". Il video inizia così: "Se siete nati veramente brutti come me, non abbiate paura. Ecco come trasformarvi, in poche mosse, in persone attraenti. Non c’è cura per la bruttezza" continua Marbles nel suo accento di Rochester "ma puoi trasformare te stessa in un’illusione ottica". Marbles caricò il video di venerdì e in meno di cinque giorni raggiunse oltre 5 milioni di visualizzazioni. Da quel venerdì del 2010 Marbles non ha mai cambiato il suo stile. Non ha fatto come molte altre star di YouTube che hanno investito, dopo il successo, in videocamere professionali e set ricostruiti.

Il segreto del suo successo sta tutto nell’immediatezza e nello stile amatoriale dei video. È apprezzata proprio perché sembra sempre genuina e connessa con la realtà. Lo è quando imita personaggi famosi come Lady Gaga, Sarah Palin o Justin Bieber; o quando si mette nei panni dei maschi e, a voce alta, prova a riflettere su argomenti cari alle donne come la durata di un rapporto sessuale.

Approccio genuino che non ha perso, anche se oggi l’appartamento da cui trasmette i suoi corsi non è più quello degli inizi, ma un open space da 1,1 milioni di dollari a Santa Monica, quartiere di Los Angeles in riva al mare. Tenore di vita che si può permettere grazie alle entrate che le vengono garantite dallo Youtube partner program. In sintesi, il sito condivide i ricavi pubblicitari con gli autori di filmati che hanno moltissimi spettatori come quelli di Marbles. Anche se la regina di Youtube non rivela le sue entrate, la società di inserzioni pubblicitarie americana Tubemogul recentemente le ha fatto i conti in tasca: solo nel 2012 Jenna Marbles avrebbe incassato 345 mila dollari.

In ogni paese c’è una Jenna Marbles che ha fatto fortuna grazie a Youtube, anche in Italia ci sono storie di successo. Persone che hanno cominciato per divertimento e poi, diventate famose, sono approdate anche in televisione o al cinema. Il filo che le accomuna tutte è il video tutorial, come quelli che produce Jenna Marbles. Il popolo del web cerca nella rete qualcuno che dia risposte o che spieghi come si fanno le cose di tutti i giorni. Quando le trova, le segue e le premia con migliaia di clic. E Youtube incassa una montagna di soldi. Per questo i video tutorial spopolano. Girati da donne (ma anche da tanti uomini) attirate dal possibile eldorado.

La più famosa è Clio Zammattero che con il suo canale Clio Makeup dal settembre 2008 insegna alle donne italiane a truccarsi con lezioni su Youtube. Grazie alla notorietà ottenuta, la casa di cosmetici Pupa le ha dedicato una linea di prodotti. Clio ha scritto due libri ed è sbarcata anche in tv con un programma sul canale Real Time. Successo sul piccolo schermo anche per Michela Parisi (Mikeligna su Youtube) che su Real Time conduce un programma intitolato Nail lab. Un format che deriva dalle sue lezioni su come decorare le unghie che l’hanno resa popolare su YouTube. È pure approdata al cinema la bella Maha Yakoub, giovane israeliana che vive a Livorno (Learnarabicwithmaha). La webpopolarità l'ha portata fino a Cinecittà: ha recitato accanto a Checco Zalone nel film commedia Che bella giornata. L’idea che l’ha resa famosa è stata insegnare su Youtube arabo, ebraico e inglese, e l’italiano alle persone di lingua araba. Le sue lezioni sono seguite regolarmente da 44 mila allievi. Tra le regine di Youtube all’italiana c'è anche Sonia Peronaci, che con il suo canale Giallozafferano tv insegna al popolo del web a cucinare le ricette di tutti i giorni e quelle della tradizione dai fornelli della sua cucina in perfetto stile Ikea.

Oltre alla tendenza dei video tutorial c’è un’altra costante che lega questo genere di filmati. Fino a un paio d’anni fa chi faceva boom con un video su internet era una meteora. Passato il successo del momento svaniva nel nulla. Oggi le nuove star del web si sono costruite personaggi che durano nel tempo. I più famosi, per la maggior parte americani, si stanno trasferendo a Los Angeles in California cercando opportunità nel mondo del cinema. Per questo Youtube ha appena aperto un suo studio di produzione vicino a Hollywood. Per trovare la prossima star e per cominciare a produrre film in proprio con volti e talenti diventati famosi prima ancora di essere autentici attori.

Leggi Panorama on line

© Riproduzione Riservata

Commenti