Royal Baby, il piccolo principe a casa con mamma e papà

William e Kate hanno lasciato con il loro baby boy il St. Mary Hospital come una "normale" coppia di neo genitori

Barbara Pepi

-
 

Se non fosse che nel quadretto famigliare ci sono due futuri Re e intorno a loro decine di fotografi e telecamere parrebbe la scena "normale" di una qualsiasi giovane famiglia emozionata che lascia l'ospedale con una creaturina appena nata tra le braccia.

William e Kate sono apparsi così, dopo meno di 24 ore dalla nascita del Baby Royal, sulla soglia del St. Mary Hospital. Camicia azzurra con le maniche arrotolate per lui, abito azzurro a pois per lei con fagottino in lacrime tra le braccia sono sembrati l'emblema di una famiglia "normale".

Di "normale", però, in quella famiglia c'è poco o niente.

Kate che, novella puerpera, è dovuta comparire sorridente e composta sulla soglia dopo aver partorito tra i più atroci dolori. Il piccino che, a dispetto dei sui "colleghi normali", dopo meno di un giorno è stato spedito a casa (e le forze dell'ordine intorno al St. Mary ringraziano) e i media mondiali pronti a cogliere il Regal vagito del bebè.

"Normale" era, però, la gioia e l'emozione sul volto della giovane coppia di neo genitori che riesce a mantenere la freschezza e l'entusiasmo della giovinezza nonostante gli orpelli regali. "Normale" era la delicatezza con la quale William ha messo in auto il suo bebè. "Normale" era l'emozione di Kate con suo pancino ancora in vista e l'imbarazzo davanti all'intrusione mediatica nella privacy di un momento così speciale.

I Duchi di Cambridge hanno retto bene l'assalto, con cortesia e rispetto del lavoro dei media e dell'affetto dei sudditi e poi sono sfrecciati via nella loro Land Rover. Alla guida c'era William, un "normale" papà che porta a casa le cosa più "speciale" della sua vita. (Credits Gallery: Gettyimages)

© Riproduzione Riservata

Commenti