Rihanna fa infuriare i musulmani

La popstar espulsa da una moschea ad Abu Dhabi, dopo aver posato con un velo in testa

Nella foto Rihanna in posa all'interno del cortile della moschea di Abu Dhabi. Credits: Instagram

Eleonora Lorusso

-

Questa volta la provocazione è stata eccessiva. Ma a dare scandalo non è stato un ennesimo spogliarello della popstar già piuttosto eccentrica. Al contrario, a far infuriare è stato ciò che Rihanna ha deciso di indossare, ovvero un velo islamico. Ma non solo. Le autorità religiose non hanno gradito che la cantante posasse con sguardo tra il malinconico e il sensuale all'interno di un luogo di culto come una moschea.

E' accaduto ad Abu Dhabi, dove Rihanna ha tenuto un concerto sabato scorso. Durante il suo soggiorno nella capitale degli Emirati Arabi, però, la pop star ha deciso di visitare la moschea locale, trasformandola di fatto in un set fotografico, con lei protagonista di scatti definiti "suggestivi" nel cortile del luogo di culto. Immediata la reazione, con proteste ed espulsione della cantante. "Le è stato chiesto di uscire senza entrare nella moschea" si legge nel comunicato ufficiale delle autorità locali. Da parte sua, Rihanna non ha commentato, nè direttamente nè tramite il suo staff.

Non ha però neppure ritirato le foto, giudicate "inappropriate" dai musulmani, già scattate e prontamente pubblicate su Instagram, dove la si può ammirare sdraiata a terra o meditativa a occhi chiusi, con un completo scuro e l'hijab, il tradizionale copricapo delle donne islamiche.

© Riproduzione Riservata

Commenti