Gossip

Paura per George Michael, in clinica per abuso di spinelli

Il cantante è ricaduto nella spirale della dipendenza da droga e alcool. Fumava fino a 25 canne al giorno

george michael morto natale 2016 londra

Barbara Massaro

-

Aveva giurato che non sarebbe mai più caduto nella spirale della droga e, invece, secondo il settimanale Bild, George Michael sarebbe ricoverato in un rehab di lusso in Svizzera, la Kussacht Practice, per combattere l'ennesima ricaduta. A quanto pare il cantante aveva una forte dipendenza da marjiuana e arrivava a fumare fino a 25 spinelli al giorno.

E dire che circa un anno e mezzo fa, in occasione dell'uscita dell'album di "rinascita" Symphonica Michael aveva detto di aver smesso con la droga da un anno e mezzo e questa volta per sempre. A quanto pare, però, la dipendenza è stata più forte e George è punto e a capo. 

E' una vita che la pop star combatte contro il suo desiderio di perdere il controllo con l'abuso di sostenze psicotiche. Nel 2010 era stato addirittura 8 settimane in carcere per aver guidato sotto l'effetto di droga. Tanti i ricoveri, i tentativi di smetterla e le rassicurazioni ai fans con fior di giuramenti del "Basta per sempre". Tutto inutile viste le notizie che arrivano dalla Svizzera.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

George Michael, 50 anni pieni di guai

Compie mezzo secolo l'ex idolo delle ragazzine degli anni '80

George Michael: esce "Symphonica" - la recensione

Grandi successi e cover in un disco all'insegna della raffinatezza. 

Commenti