Michael Jackson non era suo padre. Ecco perché Paris ha tentato il suicidio

L'indiscrezione arriva dal britannico Sun che spiega così le ragioni del gesto della giovane

Prince e Paris Jackson (Credits: Gettyimages)

Barbara Pepi

-

Paris e Prince Jackson non sarebbero fratelli biologici. Sarebbe stata questa amara scoperta a gettare la figlia di Michael nello sconforto e a spingerla a tentare il suicidio.

Paris Jackson lo scorso 5 giugno si è tagliata le vene dopo aver mandato giù una buona quantità di tranquillanti e, da allora, i media di mezzo mondo si interrogano sulle ragioni che hanno spinto la splendida quindicenne ad un gesto così estremo.

Inizialmente si era parlato del lutto non metabolizzato per la morte di Jacko, poi dei continui litigi nel clan Jackson a proposito del futuro della ragazza  ma ora emerge quella che potrebbe essere la verità. La giovane avrebbe scoperto che lei e suo fratello Prince non sono fratelli biologici.

Un amico di famiglia al britannico Sun ha dichiarato: "Paris ha sempre saputo di non essere la figlia biologica di Jacko e sapeva di essere frutto dell'unione tra la madre, Debbie Rowe e uno sconosciuto padre. Questo non le ha mai creato problema, perchè sapeva quanto Michael l'amava. Credeva, però, che anche Prince fosse nato così. Ha scoperto, invece, che Prince avrebbe nelle vene - al contrario di lei - sangue Jackson e che il seme che lo ha fatto nascere sarebbe proprio quello dell'amato padre".

Questa scoperta avrebbe fatto precipitare Paris nel più totale sconforto e l'avrebbe spinta ad una profonda depressione. La teenager sapeva di essere amata con tutto il cuore dal padre e lo stesso valeva per Prince per il quale Paris ha una vera venerazione. La scoperta che il fratello, al contrario di lei, è biologicamente unito al defunto papà l'ha sconvolta.

Le condizioni della giovane, intanto, sono stazionarie, ma ancora non è stata dimessa dalla clinica di Los Angeles nella quale è ricoverata dalla notte del 5 giugno. Sembra per Paris abbia detto di non aver intenzione di tornare nel "circo" Jackson e che, al di là di nonna Katherine, non si senta amata da nessuno.

Per questo la ragazza avrebbe espresso il desiderio di essere affidata alla sua madrina, la cantante Diana Ross grande amica di Jacko. "Da quando Michael è morto - ha detto sempre lo stesso amico di famiglia - Paris non si sente più compresa da nessuno e l'affetto di Diana potrebbe aiutarla".

L'interprete non avrebbe nulla in contrario all'ipotesi, ma non vorrebbe bypassare la famiglia Jackson chiedendo l'affido di Paris. 

© Riproduzione Riservata

Commenti