Demi Lovato shock: "Sniffavo cocaina ogni mezz'ora"

La ex reginetta della Disney confessa la sua dipendenza dalla droga (e dagli alcolici)

Demi Lovato ha ammesso la sua dipedenza dalla cocaina e dall'alcol – Credits: Getty Images

Eleonora Lorusso

-

Pare che non ci sia pace per le ex reginette delle serie tv più amate da bambini e adolescenti: se Miley Cyrus, la ex Hannah Montana di Disney Channel, non smette di dare scandalo con i suoi twerking (persino con Babbo Natale), le fumate di marijuana sul palco durante le esibizioni o i video sempre più hot, anche Demi Lovato sembra non essere da meno. La ex star della serie Barney & Friends ha infatti fatto rivelazioni shock, ammettendo la dipendenza da cocaina.

"Avevo bisogno di sniffare cocaina ogni mezz’ora, non potevo stare senza" ha infatti raccontanto in un’intervista ad Access Hollywood. Non solo: il bisogno di polvere bianca era tale che l'attrice e cantautrice, ne faceva uso anche e soprattutto durante i suoi viaggi di lavoro, aspettando il momento opportuno, quando i suoi collaboratori non la vedevano: "Portavo la coca in aereo - ha spiegato - e non appena tutti dormivano andavo in bagno e mi facevo".

Ad appena 21 anni, la baby prodigio (esordì a soli sette anni, quando iniziò anche a suonare il pianoforte), Demi Lovato ha un passato turbolento: ad appena 12 anni era vittima di atti di bullismo, tanto che chiese alla madre di poter studiare da casa. Nel 2010 Demi fu costretta a rinunciare alla partecipazione, come guest star, al tour dei Jonas Brothers per entrare in una clinica specializzata in disturbi emotivi. L'anno successivo confessò di soffrire di bulimia e autolesionismo e le fu diagnosticato un problema di bipolarismo

Dopo un periodo di riabilitazione, a causa proprio dei problemi con la droga e l'alcol, ora è lei stessa a parlare anche dei "trucchi" che inventava pur di poter bere: "Riempivo le bottiglie di Sprite con la vodka alle nove del mattino" ha ammesso la cantante, che ora sembra uscita da un tunnel del quale aveva già parlato anche in passato, ma limitandosi ai disturbi alimentari.

Nell'aprile del 2012, infatti, era andato in onda su MTV un video intitolato Stay Strong: un documentario a tutti gli effetti nel quale la Lovato raccontò le sue battaglie quotidiane contro il disordine alimentare e il suo imminente ritorno in tour. Un video poi diventato un libro, con un titolo pressocché identico (Staying Strong), uscito meno di un mese fa, il 19 novembre. Che ora sia davvero finito il periodo buio? 

© Riproduzione Riservata

Commenti