Lindsay Lohan di nuovo in carcere

Avrebbe picchiato una ragazza in un locale. E' l'ottava volta in cinque anni che entra in cella

Lindsay Lohan_gallery serv_05

Luglio 2010: Lindsay Lohan in tribunale con l'avvocato che la difende – Credits: Olycom

Tommaso Taddei

-

Se un tempo persino una come Courtney Love si era offerta per aiutarla, un motivo ben preciso ci sarà pure: Lindsay Lohan non si può più definire una bad girl, è troppo riduttivo per lei. Le succedono di tutti i colori e nella maggior parte dei casi si ritrova sempre in cella. Come nella serata di sabato scorso quando, a causa di un diverbio con una ragazza, l'attrice, ex enfant prodige (e poi terrible), si è ritrovata in gattabuia. Il fattaccio, l'ennesimo, è avvenuto in noto locale newyorkese dove la diva passa le sue serate in compagnia di amici e amiche. In un primo momento, alcuni avventori del locale avevano riferito che la Lohan avesse fatto un apprezzamento di troppo alla ragazza avvenente che era seduta vicino a lei nel privè. Alla sua reazione disgustata, la Lohan ha risposto con un pugno in piena faccia.

Si sa, l'attrice, da tempo, ha dichiarato la sua bisessualità (famosa la sua relazione con la dj Samantha Ronson) ma questo fatto mette non poco in subbuglio il gossip. Il maschiaccio che è in lei è uscito ben allo scoperto a quanto sembra ma, alla fine, la versione ufficiale è diversa, con il finale però identico: secondo la polizia, la Lohan era seduta vicino alla ragazza che ha ignorato la  richiesta dell’attrice di non invadere il suo spazio. In breve tempo le  due hanno iniziato a spintonarsi e la Lohan è riuscita a  sferrare un pugno alla sua vicina di posto. Da qui la denuncia e l'arresto. Un provvedimento cautelativo che non agevola il piano di riabilitazione del tribunale nei confronti dell'attrice. Su di lei infatti pendono diversi provvedimenti, conseguenze delle varie disavventure con la legge.

La Lohan è stata spedita in carcere ben sette volte:

maggio 2007: in occasione di un'incidente stradale la polizia le riscontra un tasso  alcolemico nel sangue superiore a quanto consentito dalla legge e rileva tracce di cocaina nell'auto. Viene arrestata, ma ottiene subito la libertà su cauzione.

agosto 2007: viene condannata a scontare un giorno in carcere e 3 anni in libertà  condizionata per possesso di droga e guida in stato di ebbrezza.

novembre 2007: viene nuovamente fermata e arrestata dalla polizia  per guida in stato di ebbrezza, la ragazza viene portata nel carcere ma rilasciata poche ore dopo. Il motivo del rilascio: secondo le indagini non avrebbe  compiuto infrazioni di natura violenta

marzo 2009: viene spiccato un mandato di cattura a suo carico per non aver partecipato con regolarità alle sedute di terapia  antialcolismo. Il giorno dopo il mandato viene revocato.

luglio 2010: viene condannata a 90 giorni di carcere per violazione dei termini della libertà condizionale. Il giudice la condannata a seguire un programma di  riabilitazione nei tre mesi successivi alla detenzione. La Lohan inizia a scontare la pena detentiva il 20 luglio ma passa in carcere solo 14 giorni.

aprile 2011: viene condannata a 4 mesi di prigione e  480 ore di lavoro ai servizi sociali. La condanna arriva al termine  del processo che la vede imputata per il furto di una  collana del valore di 2.500 dollari: in questo periodo, la Lohan è in  libertà vigilata. In appello tuttavia i 4 mesi di carcere vengono  convertiti in 14 giorni di arresti  domiciliari.

novembre 2011: la giudice la condanna a 30 giorni di carcere per non  aver adempiuto agli obblighi previsti dalla condanna relativa al furto  di una collana, in particolare per aver disertato le ore di lavoro che  avrebbe dovuto svolgere in una casa d'accoglienza per donne senzatetto;  di quei 30 giorni però ne sconta solo una minima parte, per la  precisione viene rilasciata dopo 4 ore di detenzione a causa di un non  meglio precisato "sovraffollamento delle carceri femminili".

settembre 2012: investe un pedone con la sua auto a Manhattan. Viene arrestata e poi rilasciata con l'obbligo di comparire in tribunale per aver abbandonato la scena dell'incidente. La denuncia verrà poi fatta cadere dagli inquirenti.

© Riproduzione Riservata

Commenti