Lindsay Lohan: 2 milioni di dollari per parlare del suo alcolismo

L'attrice americana, reduce da numerose condanne per guida in stato di ebrezza e altri reati, sarà intervistata da Oprah Winfrey. Nel 2014 anche un reality sulla sua riabilitazione

Nella foto l'attrice Lindsay Lohan, che sarà pagata 2 milioni di dollari per raccontare i suoi problemi con la giustizia, l'alcol e la droga. Credits: Getty Images.

Eleonora Lorusso

-

Non tutti i mali vengon per nuocere, è proprio il caso di dirlo. Anzi, è proprio il caso di Lindasy Lohan, l'attrice americana dai trascorsi burrascosi a causa di numerosi problemi con la giustizia, a causa di alcolismo, droga, furto e violenza. Ora la 27enne, con alle spalle una già lunga carriera iniziata come modella da bambina all'età di tre anni, ha incassato la cifra stellare di 2 milioni di dollari per raccontare proprio i suoi guai in tv. Non però in un programma qualunque, bensì ospite della "regina dei talk", Oprah Winfrey.  

Non c'è dunque da stupirsi se la madre di Lindsay, Linda, ha definito Oprah "la salvezza" della figlia. "Tra i mentori che si potevano scegliere nessuno è meglio di Oprah. Questa è una grande opportunità per Lindsay - ha aggiunto il genitore - Siamo tutti molto contenti". Secondo i ben informati, le trattative tra la Winfrey e la famiglia Lohan sono durate quattro mesi, prima di raggiungere un accordo che non scontenta nessumo. Come dar torto alla madre della Lohan, del resto, visto che oltre al caché milionario, il fatto stesso di essere ospiti di Oprah Winfrey rappresenta un privilegio non da poco, dal momento che la conduttrice e giornalista tv è stata incoronata anche quest'anno dalla rivista Forbes come il personaggio più famoso in circolazione .

Ora dunque non resta che attendere il racconto-intervista della Lohan sulla rete Own, in programma ad agosto. Ma per gli appassionati delle "scorribande" dell'attrice newyorkese c'è dell'altro: nel 2014 proprio il network Own della stessa Oprah Winfrey trasmetterà un reality dedicato alla riabilitazione della Lohan dall'alcolismo.

Chissà se nel frattempo la Lohan avrà scontato i 18 mesi di psicoterapia e i 30 giorni di servizio comunitario che il Tribunale le ha concesso, per evitare nuovamente il carcere, dopo l'ennesima condanna, lo scorso 18 marzo, per guida spericolata, false informazioni e resistenza a ufficiale di polizia, che si sommano ai precedenti per furto (di gioielli, nel 2011), violenza (per aver colpito una donna con un pugno in pieno visto, a dicembre 2012), guida in stato di ebbrezza, numerose volte, e investimento di un pedone con la sua Porsche Cayenne a Manhattan nel 2012, fortunatamente senza procurare gravi lesioni allo sfortunato uomo tirato sotto dal suv della Lohan. 

© Riproduzione Riservata

Commenti