Lea Michele: "Cory ha reso la mia vita incredibile"

Viene pubblicata oggi un'intervista rilasciata dalla star di Glee qualche settimana prima della morte del fidanzato - Fotostoria di un amore spezzato

Cory e Lea lo scorso 8 giugno ad una cena di gala (Credits: Gettyimages)

Barbara Pepi

-

"È la persona migliore che conosca, ha reso la mia vita incredibile, e io sono grata di averlo nella mia vita, non solo come compagno ma anche come collega". Sono parole d'amore che oggi suonano drammatiche quelle pronunciate da Lea Michele qualche giorno prima della morte di Cory Monteith, stroncato da un'overdose di eroina in una stanza d'albergo a Vancouver a soli 31 anni. La star di Glee e la fidanzata progettavano le nozze per il prossimo anno, ma i demoni di Cory sono stati più forti di lui e la droga lo ha strappato alla vita.

Ora viene pubblicata un'intervista rilasciata a Mary Claire Mexico qualche settimana fa da Lea. "È importante avere qualcuno che ti sostiene e ti incoraggia - spiegava la Michele - qualcuno che ti fa sentire invincibile, che ti fa sentire come se potessi fare qualsiasi cosa al mondo solo perché hai lui accanto".

Per lei Cory era tutto questo: "È più interessante avere una relazione con qualcuno con cui si lavora assieme, si hanno più attenzioni. Siamo una coppia nello show e anche nella vita reale"

L'attrice era del tutto ignara del fatto che il suo fidanzato fosse piombato di nuovo nell'abisso della tossicodipendenza e quando ha ricevuto la notizia della morte di Cory era fuori con alcune amiche. Ha alzato il telefono e dall'altra parte c'era un amico che pensava che lei sapesse già tutto. La giovane è crollata quando ha appreso la notizia. Il suo dolore è stato immenso e ha trovato solo conforto nei preparativi del funerale di Cory. L'attore è stato cremato martedì 16 luglio a Vancouver, con una cerimonia privata.

© Riproduzione Riservata

Commenti