Le ragioni alla base del tentato suicidio di Paris Jackson

Continui litigi a casa e difficoltà a scuola potrebbero aver portato la figlia di Jacko a tagliarsi le vene

Paris Jackson con i fratelli Prince e Blanket al memorial per Jacko del 2011

Paris Jackson con i fratelli Prince e Blanket al memorial per Jacko del 2011 – Credits: (Credits: Gettyimages)

Barbara Pepi

-

Non ci sarebbe solo il trauma per la morte del padre dietro al tentato suicidio di Paris Jackson . Secondo il sito americano TMZ i problemi della figlia di Jacko sono piuttosto legati all'ambiente famigliare nel quale la ragazza vive.

Un rapporto difficile con i fratelli, ma anche con la nonna Katherine e i continui litigi hanno causato un lento declino da parte della ragazza che ormai da tempo si stava lasciando andare chiudendosi in una cupa depressione.

Anche a scuola, nell'esclusiva Buckley School a San Fernando Valley, Paris aveva dei seri problemi.

Un anno fa, quando la giovane è arrivata all'istituto, da parte del clan Jackson era partita la richiesta di avere un occhio di riguardo perchè la ragazza "stava passando un periodo difficile". Da allora, però, i rendimenti scolastici della quindicenne sono sono stati in costante calo e, cosa più grave, sostiene la fonte citata da Tmz, "a lei sembrava non importare assolutamente".

Paris era sempre silenziosa e di pessimo umore e non socializzava con nessuno. Sembra, inoltre, che a dare la batosta finale alla ragazza ci abbia pensato la famiglia.

La figlia di Michael era stata contattata per girare un film ed era al settimo cielo sognando di diventare un'attrice. I nonni e gli zii, però, si sono opposti con tutte le loro forze al desiderio di Paris e questo ha causato il crollo della ragazza. 

© Riproduzione Riservata

Commenti