Katy Perry: "Ho pensato al suicidio"

La confessione choc della cantante arriva nel corso di un'intervista

Katy Perry e Russell Brand nel 2011 (Credits: Gettyimages)

Barbara Pepi

-

Nonostante la bellezza, il successo, i soldi e la giovane età Katy Perry ha trascorso un periodo talmente brutto da aver pensato di farla finita. La confessione choc della cantante arriva durante un'intervista a Billboard nella quale l'artista ha confessato di aver pensato al suicidio subito dopo la separazione da Russell Brand. Il comico e presentatore inglese aveva chiesto la separazione nel 2011, dopo soli 14 mesi di matrimonio.

Le nozze erano state celebrate in India, in groppa ad un elefante e la notizia dell'originale festa di nozze aveva fatto il giro del mondo.

Katy ha rivelato le sue debolezze spiegando il testo di una nuova canzone, The grace of God, parte del suo prossimo album Prism, in cui racconta quanto è stata male. "In questa canzone è evidente quanto è stata dura soprattutto a un certo punto quando mi sono chiesta: Voglio ancora sopportare tutto ciò? Devo ancora continuare a vivere".

All'epoca Katy Perry era molto giovane e aveva trovato in Russell un porto sicuro che la proteggesse dalla celebrità stessa e da quell'onda lunga che rischia di travolgere le star più indifese. Essersi trovata senza il suo uomo e sola davanti al mondo le ha fatto mancare la terra sotto ai piedi.

Per conoscere la storia personale dell'interprete basta, a quanto pare, ascoltare le sue canzoni in quanto, come lei stessa ammette: "Riesco a scrivere solo se autobiograficamente. Se i fan vogliono sapere la verità basta ascoltare le mie canzoni".

Cuore puro o abile mossa commerciale per vendere più dischi?

© Riproduzione Riservata

Commenti