Justin Bieber diventa un ologramma

Non passa giorno senza la pop star canadese faccia parlare di sé. Più per le gaffe che per i concerti. E intanto anche i suoi nonni reclamano attenzioni

Justin Bieber

– Credits: (Getty Images)

Francesco Canino

-

Dopo il fumetto, anche l’ologramma. Justin Biebier non smette di stupire le sue fans, ribattezzate le beliebers, e nemmeno i suoi critici. Questa volta l’idea è venuta a Will.i.am, ex membro dei Black Eyed Peas, che nel suo primo album da solista duetta tra gli altri col 19enne cantante canadese, anche quest’anno in nomination ai Billboard Music Awards.

OLO-BIEBIER. Il cantante è diventato un ologramma ma solo per il video di #ThatPower, il singolo di Will.i.am: il cantante libera l’ologramma del giovane Bieber da un piccolo cubo magico che ne proietta l’immagine, riprodotta poi anche sui maxi schermi del centro di una città orientale. Il video già si candida a essere uno dei più cliccati dell’anno: in poche settimane ha infatti collezionato oltre sei milioni di visualizzazioni. Intanto le beliebers già sognano che l’ologramma diventi realtà.

NONNI FURIOSI. Sono mesi di alti e bassi clamorosi per Justin, la cui marcia inarrestabile verso il successo è funestata da strani malori e clamorose gaffe, per niente gradite anche in famiglia. Lo conferma George, il nonno di Biebier, che nei giorni scorsi si è sfogato in un’intervista al Sun: “Quando ho letto delle sue ultime bravate, ho pensato che ora non è più l'amabile ragazzino che abbiamo cresciuto – ha detto il nonno deluso - Justin è poco più che un bambino, ma non ci chiama mai. Credo si sia dimenticato di noi. È troppo preso dalla sua vita sontuosa. È come se vivessimo su paesi differenti”.

L’ULTIMA GAFFE. Bieber ultimamente fa parlare di sé più per le gaffe clamorose che per i trionfali concerti. L’ultima in ordine di tempo ha fatto montare le polemiche in rete. “Essere venuto qui mi ha davvero ispirato. Anna è stata una grande ragazza. Magari sarebbe stata una belieber”, ha scritto la popstar sul libro degli ospiti dopo la visita all’‘alloggio segreto’ di Anna Frank, ad Amsterdam. Nonostante la difesa d’ufficio delle sue indomabili fans, Bieber è stato sommerso dalle critiche per l’inopportunità del messaggio. Botta di egocentrismo o misera figuraccia?

© Riproduzione Riservata

Commenti