Justin Bieber arrestato: potrebbe finire in rehab

la giovane pop star ha passato la notte in prigione. Per un futuro alla Lohan

Barbara Pepi

-
 

Tanto tuonò che infine piovve. Justin Bieber è stato arrestato. E' successo in Florida. Tre i capi di accusa per la pop star diciannovenne: guida in stato di ubriachezza, guida con patente scaduta e resistenza all’arresto.

A tutto questo va aggiunta una multa per eccesso di velocità. Bieber è già uscito su cauzione (2.500 dollari), ma dovrà tornare in tribunale per essere giudicato e rischia sei mesi di prigione.

Le manette sono arrivate all'apice di un periodo durante il quale pareva che Bieber giocasse a guardia e ladri sfidando le autorità con una serie di bravate più o meno gravi. Ha orinato per strada durante una vacanza in Colorado, giocato a lanciare uova dalla finestra della sua casa costringendo i vicini a chiamare la polizia (e gli agenti hanno trovato il suo amico rapper Lil Za che sniffava allegramente cocaina ) e infine si è fatto pizzicare più volte completamente ubriaco pur non avendo l'età legale per bere. A tutto ciò vanno aggiunte le notti brave nei locali, la compagnia delle escort e le continue voci su una sua dipendenza dalla marijuana.

L'arresto di ieri sembra sia avvenuto proprio dopo una notte in un locale di streap tease dove Bieber ha speso diverse migliaia di dollari. 

Le foto segnaletiche di Justin hanno fatto il giro del mondo. La pop star potrebbe essere estradata in Canada per il processo.

Secondo la ricostruzione riportata alla stampa dalla polizia, l’entourage del cantante aveva bloccato un lungo tratto di strada in una zona residenziale di Miami. Lo scopo era quello di creare una pista per una gara di velocità. A bordo della sua Lamborghini gialla, Bieber si è messo a correre a 90 km orari in una strada dove il limite di velocità era di 45. Il fracasso dei motori, alle 4 e mezzo del mattino, ha spinto diversi abitanti del quartiere a chiamare la polizia.

Bieber, nonostante gli agenti sopraggiunti gli avessero intimato di scendere dall'auto si è rifiutato, poi ha protestato, ha resistito all’ingiunzione di girarsi e appoggiare le mani sul cofano e ha continuato a bestemmiare rifiutandosi di sottoporsi al test dell'alcool. Dopo aver inveito contro i polizziotti è stato arrestato e ha passato la notte in prigione prima che venisse fissata la cauzione.  

Con ogni probabilità, come accade spesso alle star "irrequiete" in stile Lindsay Lohan, Chris Brown o Britney Spears, Justin verrà condannato ad un periodo di lavori socialmente utili e ad un soggiorno in rehab per disintossicarsi da alcool, droga e soprattutto dalla celebrità.

© Riproduzione Riservata

Commenti