I figli di Michael Jackson restano in affidamento alla nonna

Lo ha deciso il giudice dopo aver aperto un fascicolo in seguito al tentato suicidio di Paris

Blankett, Paris e Prince Jackson (Credits: Gettyimages)

Barbara Pepi

-

Paris, Prince e Blankett Jackson restano a casa di nonna Katherine. Lo ha deciso il giudice Mitchell Beckloff dopo aver valutato i risultati di un'indagine da lui ordinata sulla vita dei figli del re del pop morto nel 2009.

Il fascicolo era stato aperto dopo che Paris, lo scorso 5 giugno,  ha tentato il suicidio . Da allora la ragazza è in ospedale e, anche se la nonna ha dichiarato che Paris sta meglio, la data delle sue dimissioni dal centro di cura non è ancora nota. Gli investigatori hanno controllato le condizioni in cui vivono i figli del cantante e poi hanno incontrato gli avvocati dei due custodi dei ragazzi: la nonna Katherine Jackson e il cugino TJ Jackson. 

Secondo gli inquirenti non ci sono le condizioni per togliere l'affidamento ai custodi legali dei giovani e soprattutto non è possibile seguire il desiderio di Paris che aveva espresso la volontà di trasferirsi a casa della sua madrina , Diana Ross, grande amica di Michael e, a detta della ragazza, l'unica in grado di comprendere il male di vivere che sembra logorare la teen agers

© Riproduzione Riservata

Commenti