Gerard Butler e il ghiaccio negli slip

Il sex symbol di Hollywood ha confessato il suo trucco per rimanere concentrato, anche su set bollenti

Il Bel Gerard Butler, dalla fama di sicupafemmine, ha raccontato come affronta i set bollenti: mettendosi ghiaccio nelle mutande. Credits: Getty Images

Eleonora Lorusso

-

Set bollenti, temperature che salgono e non solo per questioni di meteo. Che fare? Il sex symbol di Hollywood Gerard Butler un sistema lo ha trovato e sembra funzionare: mettersi del ghiaccio nelle mutande. A raccontare il trucco per affrontare meglio la cinepresa è stato il diretto interessato: "C'è un trucco nelle location calde - ha confessato al Daily Star Butler - mi metto dei cubetti di ghiaccio nelle mutande". L'effetto? Immediato: "Aiuta il corpo a rinfrescarsi e rende più concentrati".

Si tratta della prima star del cinema a parlare di questo rimedio, molto casalingo, del quale però lo stesso Butler ammette le controindicazioni: "Non credo faccia benissimo al sistema riproduttivo, ma abbassa immediatamente la temperatura corporea". E pensare che una volta ci si limitava ad una doccia fredda. Certo, mentre si girano le scene di un film non è sempre possibile concedersi una "pausa rinfrescante": più pratico allora il sistema escogitato da Butler, che evidentemente non teme metodi spartani, dopo aver interpretato il re (di Sparta, appunto) Leonida nella pellicola 300. E così ha provato il ghiaccio negli slip la prima volta durante le riprese di Timeline, girando nel 2003 a Montreal, dove - a detta dell'attore - "faceva caldissimo".

Dati i risultati "refrigeranti", Butler ha pensato di ricorrere nuovamente al ghiaccio nelle mutande anche durante le riprese di Attacco al potere - Olympus has fallen. Se il bel Gerard, abituato alla sua fresca Scozia, aveva trovato caldissima la canadese Montreal, deve avere infatti pensato di trovarsi in un girone dantesco in Louisiana, dove è stato girato l'ultimo film che lo vede protagonista nei panni di un ex responsabile della sicurezza presidenziale alla Casa Bianca. Massima la concentrazione che gli era richiesta, dal momento che doveva interpretare il ruolo di Mike Banning, alle prese con un gruppo di terroristi armati che hanno rapito il Presidente americano. Nessun problema, però: la borsa frigo con gli appositi cubetti era proprio lì, a portata di mano (e di mutande). Resta solo una domanda: ma in caso di scene davvero hot, magari con qualche nudo e una bella attrice di fronte, che fare?

© Riproduzione Riservata

Commenti