Gerard Butler e Aaron Eckhart: oltre alla giacca di pelle c'è di più

I due divi hollywoodiani approdano nella Capitale: vi raccontiamo i loro vizi e virtù, i retroscena e i peccati di gola

Gerard Butler e Aaron Eckhart a Roma (Credits: Ansa)

Claudia Catalli

-

Pelle abbronzata a risaltare gli occhi chiari, t-shirt aderente per mostrare il fisico possente, giacca di pelle e anfibi ai piedi. Questo il look virile e aggressivo di due tra i più sexy divi di Hollywood, lo scapolo d’oro Aaron Eckhart e lo sciupafemmine Gerard Butler.

I due sono arrivati a Roma per presentare l'adrenalinico action movie Attacco al Potere (nelle nostre sale dal 18 aprile), dove vestono i panni rispettivamente del Presidente degli Stati Uniti e della sua fedele quanto eroica guardia del corpo. Dal vivo, hanno sorpreso tutti per i loro modi scherzosi, amichevoli e rassicuranti: due divi della porta accanto, tanti sorrisi e zero capricci. A parte la richiesta di lussuose suite esclusive al prestigioso Hotel De Russie, ovvio.

No caffè latte, no party

Cosa mangiano due divi in trasferta? Tolte cene di gala e ricevimenti di rito (i due sono stati prima al ristorante del Palazzo delle Esposizioni, poi all’Antica Pesa dove hanno autografato foto e locandine a go go), semplici e godibilissimi paninozzi infarciti. Che siano ripieni di pollo o di un classico prosciutto e formaggio poco importa. Così, nel bel mezzo delle attività stampa, non c'è da stupirsi se di colpo Eckhart si eclissa e poco dopo un cameriere sale in camera con un vassoio sormontato da un gigantesco clubsandwich e frutta a volontà. Una sola richiesta è stata, invece, costante da parte di entrambi: “Caffè latte, please”. Non caffè e latte separati, bensì il classico mix che ammettono di “adorare” perdutamente.

Il trucco c'è (e un po' si vede)

Che i divi di Hollywood siano dei Narciso non è una novità. Che pretendano di avere sempre al seguito il loro truccatore di fiducia diventa però curioso, soprattutto se si tratta di Gerard Butler, attore che certo non manca di fascino naturale (rughe e ricrescita bianca comprese) e che tuttavia da Londra, dove si è tenuta la premiere del film, ha preteso di portarsi dietro il make up artist personale. Tutto il contrario di Eckhart, che ha invece accolto la truccatrice messa a disposizione dalla produzione ad occhi chiusi, più rilassato che mai. Di più: ha preso l’iPhone e ha messo su della musica classica.

Viva i bodyguard e le fan "agèe"

“I bodyguard? Da quando ho fatto questo film li guardo con molto più rispetto e stima”, confessa Aaron. Gerard gli fa eco: “Sono persone che mettono a repentaglio la loro sicurezza per la nostra: sono fiero di averle raccontate”. Si concedono generosi prima alla stampa - che Gerard ci tiene ad immortalare con il suo smartphone. “Fate tutti ciao con la mano?” chiede, prima di scattare - poi alla folla di fan che li accerchia per l’evento alla Coin di Piazzale Appio. Agguerritissimi anche i rispettivi fanclub, che vantavano più signore urlante over 45 che ragazzine in tempesta ormonale, a dire il vero.

Cuori e maccheroni

Di Aaron ormai si sa che è un incallito scapolo d’oro, di Gerard che fa bella coppia con la venticinquenne Madalina Ghenea. E infatti i due piccioncini non si sono risparmiati di fronte agli occhi indiscreti di invitati, addetti ai lavori e fotografi passeggiando per le vie del centro, e poi alla premiere del film al cinema Adriano. A seguire, tutti al ristorante a mangiare maccheroncini, parmigiana di melanzane e basilico. Lo chef Antonello Colonna ha poi previsto per i famosi ospiti filetto di vitella accompagnato da verdure di stagione e, per dessert, caprese di cioccolato con riduzione ai frutti rossi. Cacio e pepe e pesce a volontà, invece, all’Antica Pesa prima di partire: che non si dica che, quando dichiarano “Amiamo l’Italia, soprattutto il vostro cibo”, i due non sappiano di cosa parlano.

© Riproduzione Riservata

Commenti