Autoscatto al lato B: la nuova mania vip si chiama Belfies

Dopo i selfies ecco la new entry in fatto di foto a misura di social network

Barbara Pepi

-
 

Spesso il loro vale tanto oro quanto pesa. Non stupisce, quindi, che le vip di mezzo mondo abbiano preso il vizio di dedicarsi ad acrobatici autoscatti che ritraggano il loro derrière in primo piano. E visto che in epoca di social network per ogni mania del momento si trova prontamente un nome ecco coniato il selfie del lato b, cioè il Belfie. Del resto se il sostantivo Selfie è stato insignito del titolo di parola dell'anno del 2013 dall'Oxford Dictionary tutti i suoi derivati possono, comunque, ritenersi degni cugini della celebre parola.

In rete è un susseguirsi incessante di natiche in bella vista, di glutei ben torniti, di sederi da copertina che sguizzano e sgazzano tra Facebook, Instagram, Twitter, Tumblr e chi più ne ha più ne metta.

Se un tempo Jennifer Lopez si limitava ad assicurare il suo posteriore da eventuali infortuni per migliaia di dollari, oggi le vip di Hollywood, ma anche quelle nostrane lo celebrano dedicandogli decine di scatti da mettere on line.

Come fosse un cucciolo di cane o un bambino paffutello da esibire ecco che il lato B diventa icona stessa della cultura pop contemporanea, di quelle spalle girate all'obiettivo per mostrare la parte migliore di sè, quelle schiene tese in michelangiolesca torsione per favorire al pubblico ciò che davvero serve per diventare qualcuno oggi: un grande colpo... di lato B!

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Scatto, dunque sono

I selfie, gli autoscatti sul web, emblemi del narcisismo digitale, sono anche simboli di un nuovo sguardo sul mondo. Una rivoluzione nel modo di raccontare la realtà, che può diventare un business

Commenti