Gli europei e il bacio del vero amore

Tutti insieme a guardare l'Italia in tv mentre il pensiero delle donzelle va a quel bacio

Il bacio tra Sara Carbonero e Iker Casillas (Ansa)

Martina Panagia

-

Ci siamo: quest’estate impazzano gli Europei 2012, ed ecco che fioccano appassionati di calcio da ogni dove e si scoprono nuovi tifosi intenti a seguire tutte (ma dico tutte) le squadre che vi partecipano. Io sono una di questi. Lo sport in generale non mi ha mai appassionato, ma quando c’è l’Italia in campo la faccenda cambia e mi sono scoperta patriota e curiosa delle partite di tutte le nazioni, quindi eccomi a guardare la prima semifinale di Euro 2012, che vede coinvolte Spagna e Portogallo.

A prescindere dai tecnicismi calcistici e dall’andamento della partita, appena il telecronista nomina Iker Casillas, la mente mi porta subito a due anni fa, appena dopo che la Spagna fu proclamata  campione del mondo contro l’Olanda, quando Casillas, all’improvviso, baciò Sara Carbonero, sua fidanzata e secondo molte indiscrezioni anche sua futura sposa (magari proprio dopo la conclusione di questi Europei).

Posso dirvi per  certo che TUTTE noi donne ci ricordiamo  di quel gesto ancora oggi, a 2 anni di distanza,  perché quel bacio dato da quell’uomo in quel momento e con quello sguardo era la pura rappresentazione del “bacio del vero amore”, che sognavamo quando la mamma ci raccontava le favole prima di andare  dormire e che risvegliò Biancaneve o la Bella Addormentata.

Da quando eravamo piccole di strada ne abbiamo fatta molta e siamo diventate ragazze e poi donne, e più passava il tempo più aumentava la consapevolezza che quel bacio non sarebbe mai stato possibile nella vita reale. Finchè non ne è arrivata la smentita in diretta mondiale, davanti ai nostri occhi, per far ricredere anche le più scettiche. Poi, la riflessione: la Cenerentola di turno (Sara) sì arrabbiò per quel bacio, accusando il fidanzato di essere stato poco rispettoso e di averle fatto fare la figura di quella “non professionale”.

Qui ho capito: il bacio delle fiabe esiste e probabilmente ognuna di noi lo ha già ricevuto, ma non se ne è accorta. Proprio come successe a Sara, che solo dopo aver visto dall’esterno (su innumerevoli siti web e video postati online) la dinamica e la tenerezza di quel gesto, ha capito quanto amore nascondesse. Quindi? Forse noi fiere donzelle dovremmo farci un esame di coscienza e riflettere sull’uomo che abbiamo al fianco e su quelli che abbiamo perso, cercando di cercare e ricordare se c’è stato, nelle nostre storie presenti e passate, quel bacio che a noi passò inosservato ma che, in realtà, nascondeva il bacio del vero amore.

Magari per un giorno o un periodo della vita, la  Principessa delle Fiabe sei stata tu, e non te ne sei accorta.

© Riproduzione Riservata

Commenti