Giro del mondo tra le parole del porno on line

Da 'milf' ad 'asian' ecco le chiavi di ricerca più utilizzate dai cybernauti dell'hard

Il sito che ha eseguito la ricerca

Barbara Pepi

-

Si sa, la mamma è sempre la mamma e, da Elettra in poi, la sindrome che lega il maschio medio ad un cordone ombelicale mai perfettamente reciso ha fatto scrivere tonnellate di pagine a psicologi e analisti.

Ad aggiungere una postilla a ben più aulici trattati si aggiunge oggi il sito Pornmd che, in una sezione ad hoc, analizza quali sono le chiavi di ricerca più utilizzate all'interno dei siti internet per soli adulti.

Facendo una veloce carrellata nei quattro angoli del pianeta si scopre che in più o meno tutte le nazioni tra i cinque termini più ricercati c'è proprio MILF, ovvero scene hard che hanno per protagoniste donne sopra i 30 anni che hanno già avuto la fortuna di sperimentare le gioie della maternità, ma non per questo si sono lasciate andare a bigodini e ballerine.

Addirittura negli Stati Uniti d'America 'milf' è il primo termine seguito da 'teen' e 'college'. In Canada 'milf' si trova al terzo posto preceduto da 'teen' e 'asian'.

Dall'analisi comparativa tra i vari Paesi del globo emerge anche che, più o meno ogni Nazione, va a carcare scene hot con le connazionali. In Messico, ad esempio, 'mexico' (gay) e 'mexicans' sono saldamente nella top five così come accade con 'chinese', 'japanese' e 'asian' nei paesi dell'estremo oriente.

Si scopre, poi, che le chiavi di ricerca di Cile e Perù sono tutte e soltanto gay (unici due casi al mondo) mentre l'Australia, nonostante le bellezze locali, preferisce ricercare 'asian'; 'massage'; 'compilation'.

Nel continente africano compare anche la chiave di ricerca, molto frequente, 'big ass' ad indicare una predilizione per un lato B extra large. In Ghana, neanche a dirlo, la parola più ricercata è 'ebony' mentre in Sud Africa il massimo della perversione è guardare scene girate con una 'hidden cam', una telecamera nascosta.

E nel vecchio continente? A parte il campanilismo nazionalista del quale si accennava ( i francesi cercano 'franch', i tedeschi 'german' e gli spagnoli 'spanish') ogni Paese ha suoi gusti e prerogative: l'Inghilterra, ad esempio, predilige guardare scene hard con protagoniste donne 'indian', meglio se 'teen', ma vanno bene anche 'milf'.

A Berlino vincono a mani basse le 'teen', basta che siano 'anal'. In Ungheria, così come in Romania c'è un inquitante 'Mum and son' in vetta alla classifica.

In Russia trovano un posto al sole (quel poco che c'è da quelle parti) le 'mature' che sorpassano, nelle preferenze locali, anche l'amatissima porno star Sasha Grey. La Findandia, però fa di meglio e ancora più delle 'mature' (che hanno il secondo posto) a stuzzicare la fantasia degli utenti dei siti hard sono le 'granny' cioè le nonne.

Meglio allora quello che succede in Italia che sopra 'italian', 'milf' e 'teen' è riconosciuta come fantasia erotica nazionale la bistrattata Sara Tommasi: il suo film sarà anche stato un buco nell'acqua seguito da mille polemiche, ma agli italiani è piaciuto eccome!

© Riproduzione Riservata

Commenti