giallozafferano
Società

Giallo Zafferano raddoppia: dopo il Web anche l'edicola

Dal sito di cucina più frequentato in Italia e in Europa nasce il nuovo magazine "social" di cucina del Gruppo Mondadori. Dal 18 marzo a 1 euro

Che il mondo dei fornelli viva un momento di grande interesse non è un mistero e oggi arriva in edicola un nuovo prodotto editoriale direttamente dal più frequentato sito di cucina in Italia e in Europa: Giallo Zafferano.

È l’ultimo nato nel portfolio del Gruppo Mondadori - frutto dell’acquisizione di Banzai meno di un anno fa - che ha deciso di testare un gioiello dell’universo digitale (6,8 milioni di utenti unici al mese secondo fonti Audiweb e 4,6 milioni di fan su Facebook) anche sul cartaceo con un periodico a cadenza mensile.

Dal web alla carta, ma sempre social
Si tratta del primo caso di magazine nato da un sito, come ha dichiarato il direttore Laura Maragliano: "È il risultato di due mondi e di due esperienze che si incontrano e si contaminano. Nella nostra squadra, professionisti di lunga data lavorano accanto a esperti under 30, per condividere idee e competenze. L’obiettivo è costruire un giornale con un carattere unico, positivo e interattivo". Per certi versi, come ha suggerito in conferenza stampa, si tratta del primo magazine social.

Il giornale si completa infatti di una app di realtà aumentata Gruppo Mondadori AR+ (disponibile per iOS e Android) tramite cui i lettori potranno accedere a ricette filmate, video e contenuti extra, interagendo con gli altri utenti.

Anche i protagonisti del magazine vengono dal digitale: sono tra i volti più noti del sito e costituiranno i capigruppo di tre “squadre” che in ogni numero proporranno piatti fruibili con video-ricette - Manuel, per la cucina veloce ed etnica; Giovanni, per la cucina di tradizione; Aurora, per la cucina vegetariana. I tre capitani si sfideranno di volta in volta sullo stesso tema culinario, e a decretare il vincitore saranno i lettori votando sul sito o sull'app.

Con una veste grafica che riprende codici e colori del sito e un uso distintivo degli scatti zenitali dei piatti, Giallo Zafferano propone ogni mese 100 recipe inediti ideati e collaudati dalla redazione perché possano essere realizzate agilmente nei tempi fissati: "È un giornale che si rivolge a tutti", ha sottolineato Maragliano.

Le pagine iniziali sono cadenzate da ricorrenze e prodotti di stagione, un ampio servizio su un ingrediente facilmente reperibili al supermercato e ricette facili e veloci per ogni giorno del mese. A corredo di ogni sezione si troveranno schede di approfondimento, consigli pratici e al centro del magazine un vero e proprio poster – "come si usava negli anni 70" puntualizza il direttore - da staccare e conservare. La parte finale è invece dedicata alla scuola di cucina, ai vini e agli attrezzi del mestiere.

Il food Mondadori continua a crescere
Un milione le copie che sono state stampate per il primo numero, che sarà in edicola a partire dal 18 marzo al prezzo di lancio di 1 euro o potrà essere acquistato in abbinata ad altre riviste del gruppo (Donna Moderna, Chi, Tv Sorrisi e Canzoni, Grazia, Tustyle, Starbene e Confidenze) per un prezzo maggiorato di 50 centesimi.

Il mensile Giallo Zafferano va a rafforzare il comparto food del gruppo editoriale che già vanta nel segmento una leadership di mercato (con il 60% dello share su un totale di 870 mila copie al mese di magazine di cucina) e si aggiunge alle “sorelle” storiche in casa Mondadori come Sale&Pepe – che quest’anno festeggia 30 anni - , Cucina Moderna - che ne fa 20 - , Cucina no problem – 15 anni -, Guida Cucina e i nuovi arrivati CookAround e la Scuola di Cucina di Sale&Pepe.

© Riproduzione Riservata

Commenti