#FollowMeTo: il nuovo tormentone sul web

Un russo ha immortalato la propria ragazza di spalle, mentre la segue in giro per il mondo, condividendo le foto con Instagram. E ora è mania

Nella foto uno scatto condiviso con l'applicazione Instagram, con l'hashtag FollowMeTo. Credits: instagram.com

Eleonora Lorusso

-

L'idea non poteva che venire a un fotografo, ma ai tempi di Facebook e Twitter è diventata molto di più: un vero tormentone. La parola d'ordine è FollowMeTo, letteralmente "seguimi" verso una meta, che ogni volta è sempre differente. Protagoniste sono le foto scattate seguendo la propria ragazza, ovunque in giro per il mondo e nei posti più disparati.

Tutto è iniziato quando Murad Osmann ha iniziato a fare scatti alla propria fidanzata, Nataly Zakharova (fotoreporter), inseguendola ovunque andasse. Hanno iniziato in Spagna, dove si trovavano per lavoro. Poi si sono trasferiti a Hong Kong, in Germania, a Bali, raggiungendo infine la "vecchia" Europa, con tappe a Venezia e a Londra.

Il tutto non poteva che passare poi per Instagram, che ha permesso di pubblicare e condividere 40 scatti molto belli, con tanto dell'hashtag, #FolloMeTo , appunto. Il successo è stato immediato, tanto che l'idea di fotografare la propria ragazza, tenendola per mano mentre la si insegue, ha subito trovato 50.000 mila fan, pronti a mettere il proprio like. Poi è diventata un'idea "replicabile", tanto che in rete è diventato "FollowMeTo-mania".

I commenti postati ad ogni scatto vanno dai classici "gorgeous" e "I like it", fino alle richieste di informazioni sulle location delle foto. E tra i luoghi più apprezzati in cui Murad Osmann e la fidanzata hanno scattato fotografie c'è anche l'incantevole e italianissima Ravello.

"Per me la fotografia è catturare cose che gli altri potrebbero perdere - ha spiegato Osmann all'Huffington Post - Voglio che gli altri possano guardare il mio lavoro e vedere oltre l'ovvio, esplorando il mondo immaginario che ho creato".

© Riproduzione Riservata

Commenti