Società

Ferragosto dalle feste vip ai pic-nic low cost

Da Cortina a Capri: ecco dove festeggiano gli italiani. Ma senza farsi "fregare"

La piazzetta di Capri (foto tratta da Facebook)

Party esclusivi a Capri, centri benessere on the beach a Forte dei Marmi, feste in piazza nel Salento. Oppure, per chi al mare cristallino preferisse la calma delle città semi-deserte, musei aperti e mostre d’arte a volontà. Mancano poche ore alla giornata che celebra il culmine dell’estate e milioni di italiani, in tutta la penisola, si stanno preparando a festeggiare con grigliate e fuochi d’artificio. Ma quali sono le mete più gettonate dello Stivale?

A stilare una classifica delle località più chic è il portale web www.trivago.it che fra l’altro segnala la percentuale di disponibilità alberghiera per chi non abbia ancora scelto dove trascorrere questa giornata. Al primo posto, regina assoluta del Ferragosto, c’è la magnifica isola di Capri. Qui, fra party esclusivi in spiaggia e a bordo piscina, sono stati avvistati tra gli altri il celebre regista americano Steven Spielberg, la regina dei cristalli Fiona Swarovski e Luca Cordero di Montezemolo. Atteso nelle prossime ore anche l’attore Denzel Washington, in compagnia di moglie e figli.

Il secondo posto, sempre in Campania, a Nord del Golfo di Napoli, se lo aggiudica Ischia. Dove alla spiaggia della Chiaia è attesa una grande festa caraibica. Terza classificata è Otranto, perla del Salento, uno dei borghi più belli d’Italia, con i suoi monumenti storici, i siti archeologici, le caratteristiche masserie e il mare cristallino. Qui, le feste, sono rigorosamente in piazza. E, per chi lo desidera, c’è la possibilità di vestirsi con costumi tradizionali. Ecco quindi Taormina, poi Lignano e infine Vieste. Chiudono la top ten due località a tutto divertimento: Riccione sull’Adriatico, dove sono in programma feste in discoteca con deejay scatenati ma anche raffinati concerti in piazza di musica jazz e Viareggio, in Versilia, dove a farla da padrone saranno i falò in spiaggia. Mentre a Forte dei Marmi saranno allestite delle Spa in spiaggia, con tanto di massaggi rilassanti.

“Snobbata”, invece, quest’anno, ma solo per il giorno di Ferragosto, la meta vip per eccellenza: Porto Cervo. Dove però pochi giorni dopo, il 18, nell’incantevole spiaggia di Capriccioli si terrà una delle feste più attese (ed esclusive) dell’estate: quella del magnate russo David Kaplan, 44 anni, poliedrico affarista. In suo onore, suonerà nientemeno che Sting.

Ma Ferragosto non è solo mare. I fuochi d’artificio esploderanno anche a Cortina e Madonna di Campiglio, con feste all’aperto fino all’alba. Dove però gli albergatori lamentano un crollo delle presenze che si attesta intorno al 30%.

Feste ed eventi mondani a parte, Ferragosto è anche altro. E molti italiani lo festeggeranno nella calma delle città d’arte, semi deserte. O con un pic nic fra amici. E gli eventi organizzati da parte dei Comuni non mancano. E sono rivolti a tutti. A Roma, per esempio, ecco  l'iniziativa "Nonni d'estate", una rassegna di incontri e musica per i più anziani, che soffrono molto la solitudine soprattutto in questo periodo dell'anno. L'amministrazione della Capitale, poi, ha deciso di impegnarsi nel mantenere i musei civici aperti e assicurare la funzionalità regolare dei mezzi pubblici. Tra le varie opportunità, la mostra dell'anno "Lux in Arcana" ai Musei Capitolini, l'esposizione fotografica "Dal più grande al più piccolo" al museo di Zoologia, gli appuntamenti di Astrosummer al Planetario e l'esclusiva mostra sulle Avanguardie Russe ospitata all' Ara Pacis.

Da Nord a Sud, anche Firenze, Milano e Palermo garantiscono l'apertura dei musei statali. A Milano l'ingresso sarà offerto dal comune, insieme ad una sfilata brasiliana in piazza del Cannone, un concerto dell'Orchestra Verdi e i consueti fuochi d'artificio. Nell'ambito dell'iniziativa estiva "Dentro chi legge", ideata e promossa dall'assessorato alla Cultura, saranno aperte per la prima volta anche a Ferragosto alcune sale di lettura all'interno dei musei cittadini: Castello Sforzesco, Palazzo Moriggia, Palazzo Morando, Gam, Acquario, Museo del Novecento. Mostre, eventi e menù speciale anche per il Ferragosto torinese. Il 15, 16 e 17 è prevista l'apertura straordinaria di "Fare gli italiani", la seconda esposizione più visitata in Italia nel 2011 con oltre mezzo milione di ingressi.

Ma, fra le tante cose da fare nel giorno più intenso dell’estate, ecco invece cosa non fare. Anche stavolta, la “dritta” arriva dal web. Innanzitutto evitare prenotazioni e noleggio di auto nel giorno di Ferragosto, che potrebbero subire un’impennata “sospetta”. L’attenzione – e la conferma arriva dal Codacons – anche ai prezzi di bar e ristoranti, che rischiano di essere maggiorati. E, sempre in tema di cibo, evitare di acquistare quello non sigillato nelle spiagge o nelle località molto calde. Molto meglio “equipaggiarsi” con panini e alimenti portati da casa, soprattutto se si viaggia con bambini.

Consigli pratici per evitare raggiri “turistici” e per ottenere il giusto risarcimento arrivano invece dall'Adiconsum. Innanzitutto, conservare il contratto di vendita del "pacchetto turistico" e tenere da parte eventuali talloncini di consegna e trasporto. Poi scattare fotografie dei luoghi e disservizi subiti, custodire scontrini e ricevute di tutte le spese fatte per rimediare la situazione di disagio subita e raccogliere le testimonianze di altre persone vittime di disservizi. Quindi, entro 10 giorni dal rientro, inviare una lettera raccomandata al tour operator e all'agenzia di viaggi. Poche e sagge regole da tenere in mente per non farsi rovinare le vacanze.

Attenzione anche alle circolari municipali che arrivano dalle diverse amministrazioni. In occasione di queste festività i Comuni di solito si attrezzano per limitare l'esuberanza dei turisti e si rischia di infrangere la legge senza saperlo. Potrebbe accadere a Scarlino (Grosseto), dove il sindaco Maurizio Bizzarri ha emesso un'ordinanza che vieta i gavettoni a Ferragosto. Motivo? Il primo cittadino lo spiega su Facebook: ''Vista l'emergenza idrica, i ragazzi non me ne vorranno se con questa ordinanza viene specificatamente vietato e sanzionato ogni utilizzo dell'acqua potabile, anche da utenza privata, diverso da quello domestico, alimentare ed igienico''. La multa è di 50 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti