Fake News - Ep. 85: la morte di Mr. Bean e il discorso bufala di Papa Francesco
AP Photo
Fake News - Ep. 85: la morte di Mr. Bean e il discorso bufala di Papa Francesco
Società

Fake News - Ep. 85: la morte di Mr. Bean e il discorso bufala di Papa Francesco

E poi il gioco Facebook ruba identità e il bollo auto sono al centro delle notizie false circolate in questi giorni

1. Il discorso di Papa Francesco a Milano

Papa Francesco a Milano 25 marzo 2017. Papa Francesco saluta la folla dalla papa-mobile al suo arrivo allo Stadio di San Siro per un incontro con i cresimandi. FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images

"Essere felici è trovare forza nel perdono, speranza nelle battaglie, sicurezza sul palcoscenico della paura, amore nei disaccordi.
Essere felici non è solo apprezzare il sorriso, ma anche riflettere sulla tristezza. Non è solo celebrare i successi, ma apprendere lezioni dai fallimenti". E' uno dei presunti passaggi del discorso che Papa Francesco avrebbe tenuto a Milano la settimana scorsa in occasione della sua visita pastorale.

In realtà queste parole, stralciate da un post più lungo, circolano da tempo in Rete e con la solita tecnica cel "Copia e incolla se sei d'accordo" passano di bacheca in bacheca moltiplicando la portata della bufala.

Si tratta, infatti, di un discorso la cui fonte è dubbia, ma che di sicuro non appartiene al Papa. Lo stesso post era comparso ai primi dell'anno come Il discorso di Capodanno del Papa e la scorso anno in occasione di un'altra visita del Santo Padre. Diffidate sempre e comunque dei copia e incolla o dei "Condividi se sei d'accordo", nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di fake.

2. A che celebrity somigli?

Facebook-notifiche iStock. by Getty Images

E' di moda in questo periodo il giochino che gira su Facebook "A che celebrity somigli" che invita l'utente a mettere a disposizione una propria foto in primo piano in maniera tale che il computer possa elaborare un certo algoritmo di somiglianza con un personaggio famoso.

Occhio, però. Perchè nel passaggio precedente l'app chiede di condividere tutta una serie di dati personali tra cui indirizzo, e-mail e contatti che possono portare a un furto molto pericoloso di dati sensibili. Simili app di pishing sono un boccone ghiotto per la cybercriminalità online.

3. Il suicidio di Mr. Bean

Humor inglese con Mr Bean. Rowan Atkinson in una scena divertende con l'orchestra.

AP Photo

L'attore Rowan Atkinson si è tolto la vita all'età di 62 anni. La notizia è circolata nel fine settimana sui social network ed era stata diffusa dal solito portale bufaloforo Repubbica (senza L). Stesso logo e stessa grafica dell'originale con capacità d'ingannare i meno attenti del web.

In realtà l'attore sta bene e tutta la notizia è falsa e diffusa ad hoc per sfruttare la key word London schizzata in cima alle preferenze mondiale dopo gli attacchi al Parlamento e al Ponte di Westminster.

Il post bufala si concludeva con tanto di necrologio che così recitava: "Moglie e figli devasti per la sua scomparsa. Hanno voluto rendergli omaggio pubblicando foto di famiglia su Facebook e parlando dell’immenso amore per lui. ll figlio più giovane del comico, 18 anni, Bonnie Atkinson, ha scritto ieri sera tardi: 'Mio padre è stato amato non solo dalla mia famiglia, ma da molti, molti altri. Non lo dimenticheremo mai e neppure il mondo. Sarà sempre il mio idolo".

4. Il bollo auto è illegale

libretto_circolazione_bollo_auto Il libretto di circolazione di un'automobile, 16 luglio 2011 ANSA/FRANCO SILVI

L'ever green in fatto di bufale di questa settimana riguarda il bollo auto. Di bacheca in bacheca è stata condivisa la fake news secondo cui l'imposta sulla circolazione non sarebbe lecita. Sono anni che circola la stessa notizia che invita gli italiani a ribellarsi al banzello e a rivolgersi all'Europa perchè elimini il bollo.

Spesso nei post che vengono condivisi (si parla di 50, 70 mila condivisioni della stessa bufala) ci sono anche gli indirizzi di presunti professionisti cui rivolgersi per evitare la tassa.

Occhio perchè si tratta d'impostori che tentano il tutto per tutto per spillare denaro ai creduloni del web. Il bollo d'auto è in vigore, va pagato e non è argomento europeo, ma dipende dai singoli Stati dell'Unione.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti