"Elogio del dildo", arriva il pamphlet che sdogana l'autoerotismo femminile
Ufficio Stampa
"Elogio del dildo", arriva il pamphlet che sdogana l'autoerotismo femminile
Società

"Elogio del dildo", arriva il pamphlet che sdogana l'autoerotismo femminile

Scritto dalla  sensual coach Bettina Zagnoli tratta domande e curiosità che riguardano le donne di oggi

"Elogio del dildo": si chiama così il pamphlet erotico-ironico di Bettina Zagnoli, la sensual coach più famosa del piccolo schermo, colei che ha sdoganato un mondo fatto di giochi, seduzione e consapevolezza sconosciuto alle donne italiane.

L'irriverente provocazione si snocciola in 30 pagine di conversazione tra le amiche Anita, Bea e Cecilia con le quali Bettina intraprende un viaggio arguto nel mondo dell’autoerotismo al femminile, ma non solo.

Si tratta per lo più di domande e curiosità che potrebbero essere la rappresentazione di molte donne di oggi. Donne che desiderano acquisire la consapevolezza che i sex toys non funzionano solo quando il rapporto a due è spento, anzi.

"I giochi erotici - ha spiegato l'autrice - possono e devono diventare alleati, nel gioco di coppia. Ci vuole consapevolezza, complicità e desiderio di riscoprirsi in due. Solo così diventa davvero un'alchimia di seduzione e sensualità".

Ad un certo punto, durante la narrazione, in questo senso, una delle protagoniste - Cecilia - dichiara: "Mi sto chiedendo come reagirebbe mio marito se un giorno mi presentassi a casa con un dildo. Forse non tutti gli uomini pensano al lato giocoso, lo vedrebbero come un antagonista".

Il machismo di molti uomini, del resto, uccide la sensualità e l'erotismo più di un innocente sex toy, ed è difficile che il maschio medio prenda consapevolezza dell'ironia e irriverenza che ci può essere nella sessualità femminile.  

In questo Bettina è maestra e tra radio e tv rimbalza a dar lezioni si sensualità.

La Zagnoli, del resto, è la mente dietro all'invenzione dei "Dildo Party", richiesti non solo a Bologna dove sono nati, ma anche a Roma, Milano e Bari.

Si tratta di "salotti itineranti"presso strutture come gallerie d’Arte, hotel di design, spazi creativi e lussuose SPA. Un modo informale, ma aperto, per spiegare gli oggetti del piacere, per acquistarli e parlare di tematiche importanti per lo sviluppo della femminilità, del benessere di coppia e dell’erotismo, fondamentali per un buon rapporto con il proprio corpo e soprattutto con il proprio partner. Senza dimenticare mai l’aspetto legato alla salute che passa anche dal proprio corpo. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti