Fetival delle Dune nel deserto di Liwa
KARIM SAHIB/AFP/Getty Images
Fetival delle Dune nel deserto di Liwa
Società

Dagli Emirati Arabi arriva il Ministero della Felicità

Come se non bastasse il quinto Pil pro capite al mondo ora l'Emiro rilancia e alza la posta in gioco

Un ministero per gestire la felicità della popolazione. Non è un'idea da favola per bambini, ma una realtà negli Emirati Arabi dove la ventidueenne Ohood Bint Khalfan Al Roum è stata messa a capo del dicastero della felicità.

E' stata una scelta voluta dall’Emiro Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum intenzionato a trasformare gli Emirati nel Bengodi mondiale da ogni punto di vista. Come se non bastasse la ricchezza pro-capite (è il quinto paese più ricco al mondo) ora ci si mette anche la scelta di istituzionalizzare la gioia.

"Vogliamo un governo più fresco e flessibile che sia in grado di soddisfare le aspettative dei giovani", ha spiegato l’Emiro in un messaggio su Twitter, subito dopo l’annuncio del rimpasto di governo: "L’energia dei giovani sarà il nostro motore". Subito, via Twitter, è partita la provazione nel chiedersi: "E voi, se foste ministri della felicità che fareste?"

Ti potrebbe piacere anche

I più letti