Società

La Milano Bag va a ruba, e lo stilista la elimina

Ultimi giorni utili per comprare nei negozi l'ultimo successo di casa Cruciani

milano-bag-cruciani

Annalia Venezia

-

Strategie di mercato per rendere una borsa un vero oggetto di culto. Per conoscerle, cercare alla parola Cruciani. O meglio, Luca Caprai, il patron del brand. Che con colpo di genio (o di sadismo) ha deciso di togliere dal mercato, a partire da martedì, la sua borsa di punta, la Milano Bag.

Quest'estate è andata letteralmente a ruba e in alcuni negozi monomarca, per rispondere alle richieste, si sono dovute attivare delle vere liste d'attesa degne dei marchi storici della moda. Il motivo? La leggerezza dei tessuti, i ricami e i colori che richiamano i famosi braccialetti, che da tre anni hanno reso il marchio di successo in tutto il mondo.

Insomma, chi ce l'ha al braccio se la tenga stretta, le altre si attivino. Dal 30 settembre non sarà più nei negozi. Luca Caprai, dal suo quartier generale di Flaminia, in Umbria, ha deciso di renderla davvero unica togliendola dai negozi perché sia un’edizione da ricordare.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Vip e moda: un amore sempre più "green"

Anche Gwyneth Paltrow diventa stilista, con un'attenzione particolare alla salvaguardia dell'ambiente. Prima di lei Miranda Kerr e molte altre

Il meglio della settimana della moda di Londra

Le passerelle e i dietro le quinte: le donne più belle della London Fashion Week

Commenti