Blue Monday: 7 consigli per sovravvivere al giorno più triste dell'anno
Thinkstock
Blue Monday: 7 consigli per sovravvivere al giorno più triste dell'anno
Società

Blue Monday: 7 consigli per sovravvivere al giorno più triste dell'anno

Secondo una complessa equazione il terzo lunedì di gennaio è il momento di massima tristezza, ma per fortuna domani è un altro giorno

Vestiti colorati

Vestiti Colorati Thinkstock

Si ripete ogni anno il terzo lunedì di gennaio. Si tratta del Blue Monday, quello che gli inglesi definiscono "Il giorno più triste dell'anno".

La convinzione nasce dall'equazione elaborata una decina di anni fa da uno psicologo dell'Università di Cardiff, Cliff Arnall, che ha incrociato tutta una serie di elementi cercando di definire ciò che produce un senso di tristezza e di inquietudine proprio oggi. Giornate corte, inverno ancora da terminare, consapevolezza di aver speso e mangiato troppo durante le feste di Natale e sensazione di doversi dare da fare per migliorare la proprio esistenza determinano le caratteristiche del Blue Monday. Sopravvivere, però, si può.

I trucchi sono pochi e semplici, e in caso qualcuno oggi si senta inspiegabilmente triste non si affligga, la colpa è del Blue Monday, quindi prima di tutto aprire l'armadio e vestirsi con abiti dalle tinte sgargianti

Mangiare bene

Una buona mangiata mette tutti di buon umore Thinkstock

Quando si è tristi il cibo ha un ottimo potere consolatorio. Ma guai a scegliere snack, cibo spazzatura o merendine. Per migliorare l'umore bisogna alimentarsi bene, scegliere alimenti sani e nutrienti che riempiano lo stomaco, appaghino il palato, sazino senza però determinare un senso di colpa che potrebbe solo peggiorare le cose

Fare sport

Inutile tornare a sottolineare il potere benefico dello sport sull'umore. Le endorfine che vengono prodotte dall'organismo durante l'attività fisica sono un ottimo antidoto alla tristezza, se poi si ha la possibilità di farsi una corsetta all'aria aperta o un giro in bici ancora meglio

Essere socievoli

Essere socievoli Thinkstock

Quando si è di cattivo umore non si ha tanta voglia di vedere gente e di stare a ridere e scherzare in gruppo, ma se, con un piccolo sforzo, si organizza un aperitivo in compagnia o un the con le amiche l'umore potrebbe trarne grandi benefici. Essere socievoli, oggi, è più importante che mai. Anche a lavoro un sorriso in più non guasta: tristezza porta tristezza ed esorcizzarla ridendoci sopra aiuta

Progettare

Progettare Thinkstock

Quando si è tristi esiste un modo per guardare oltre al contingente: fare progetti. Progettare un viaggio, una vacanza o anche solo di spostare qualche mobile in casa permette di uscire da quel senso di negatività che produce (ed è prodotto) dalla tristezza e in un attimo si arriva a sera

Shopping

Shopping Thinkstock

Le donne lo sanno: quando si è giù di morale niente aiuta di più di un giro di shopping. Non serve prosciugare la carta di credito, ma concedersi un piccolo regalo potrebbe migliorare le sorti del Blue Monday. Chi, però, non è interessato alle compere ha un'alternativa: coccolarsi, ritagliarsi mezz'ora tutta per sè magari facendo un bagno caldo, o guardando vecchie foto o un film alla tele. La cosa fondamentale, quando si è tristi, è di non farsi scoraggiare e di prendersi cura di se stessi

Domani è un altro giorno

Amare Thinkstock

E su tutto, a prescindere dal Blue Monday, dalla tristezza e dalla crisi la cosa fondamentale è pensare che domani è, comunque, un altro giorno e in attesa di arrivare a sera abbracciate una persona cara, coccolate vostro figlio, sorridete e amate; perchè triste o lieto è comunque un giorno che avete vissuto

Ti potrebbe piacere anche

I più letti