Bar Refaeli: sotto il vestito, i mutandoni.

La super Top Model ama sentirsi comoda, perchè la donna è sexy anche senza tanga

Bar Rafaeli

Martina Panagia

-

E’ circa una settimana che ricevo telefonate e mail dagli uffici Google di San Francisco. Sono tutti in fermento perché stanno organizzando un Hangout (simile alla videochiamata, ma con la particolarità che si possono connettere fino a 10 utenti) in cui la protagonista indiscussa è niente poco di meno che Bar Refaeli. Credo che la super top model israeliana non abbia bisogno di presentazioni.

Quindi, davvero lusingata che Google abbia avuto così a cuore la mia partecipazione, mi sono trovata a scappare da Roma per correre a Milano  (dove risiede in pianta stabile il mio pc)  per poter fare qualche domanda ad una delle donne più stragnocche del mondo, che (attenzione attenzione) avrebbe anche mostrato in anteprima qualche pezzo della sua nuova collezione di intimo Under.me

Piombo in casa dopo 3 ore e mezza di treno pressata dall’onere di dover fare necessariamente un test per verificare la forza e la velocità della mia connessione internet e scopro, con scioccato sbigottimento, che il mio wi-fi si rifiuta di funzionare decentemente. Spengo, riaccendo, riavvio mentre mi continuano a telefonare dalla California consigliandomi di saettare il prima possibile nell’ufficio di Google Italia che ha sede vicino al Duomo di Milano, chiamo un taxi che arriva subito ma l’hangout sarebbe dovuto iniziare da lì a 15 minuti, quindi mi richiamano dalla California sostenendo che è meglio avere una connessione internet instabile piuttosto che non riuscire ad arrivare in tempo per l’inizio dell’intervitsta on line quindi pago 10 € al tassista per il disturbo e lo pianto sotto casa, corro dentro, il modem (maledetto) funziona e mi connetto.

Appare Bar Refaeli. Impressionante quanto sia bella questa stangona bionda con un viso dolcissimo. Mi trattengo dal chiedere come sia stato spassarsela per 6 anni con Leonardo Di Caprio mentre le domande più banali affiorano dalla rete. Cosa avrebbe fatto se avesse sfondato come modella? La cantante. Perché ha deciso di lanciare una linea di intimo? Perché si è fatta fotografare  tutta la vita con completini super sexy ed era arrivato il momento (destinato addirittura, secondo lei) di indossare qualcosa che la rappresentasse e che avesse disegnato lei stessa. E allora facci vedere!

Tira fuori i mutandoni della nonna. Quelli grandi ed avvolgenti senza cuciture. Perché lei ama quello stile confortevole ed i reggiseni senza imbottitura, senza ferretto e le canottierine della salute. Vabbè ma così è facile. Se sei una figona del calibro di Bar Refaeli puoi metterti pure delle mutande infeltrite che fai la tua bella figura lo stesso. E noi? E tutta quella storia che se hai intimo sexy ti senti più sexy e gli altri ti trovano più sexy e quindi ci sentiamo un po’ come te? Dice che tutte le donne sono belle e sotto gli abiti  vogliono essere comode e colorate. E si può sedurre anche con la comodità…

Peccato che il mio fidanzato al terzo pigiamone di fila mi abbia guardata dicendomi che non tengo vivo il fuoco della passione. Certo, non sono statuaria come Bar Refaeli ma secondo me non è proprio la tipica bellezza che trovi ad ogni angolo di strada. Comunque, com’era la storia del destino? Ah sì, lei ci crede ciecamente e tutto si stava convogliando verso la direzione giusta ed ha scelto il Punto di domanda perché un suo grande amico (morto da poco) lo aveva tatuato sul braccio e le sembrava un bel modo per ricordarlo come meritava. Momento di silenzio per la rivelazione triste, ma poi riappare il suo sorriso solare.

Per concludere, dopo un’ora di chiacchiere (mi ha pure detto che ama i miei dentoni grandi e bianchi e che vorrebbe il numero del mio dentista) e sfoggio di intimo casual-confort azzurro pastello, penso che alla fine un po’ mi sento come lei: vi svelo che io, nella vita quotidiana amo sentirmi comoda quindi tanga, brasiliani e guepiere rimangono spesso nel cassetto in attesa della serata giusta. Alla fine potrei pure comprarmela la mutandona. E poi non ho i denti così grossi dai.

© Riproduzione Riservata

Commenti