Gli amici ti fanno più sano e felice

Uno studio dell'Università di Oxford spiega come frequentarli e quanti devono essere

– Credits: Thinkstock

Aldo Fresia

-

Giocare a calcetto con gli amici, fare quattro chiacchiere, bere una birra insieme: non c'era bisogno della scienza per apprezzare l'impatto positivo di queste attività sulle nostre vite, ma poter citare uno studio universitario aiuta per abbattere le resistenze di mogli e fidanzate. Il professor Robin Dunbar (direttore del gruppo di ricerca sulle neuroscienze evolutive dell'Università di Oxford) ha infatti sentenziato che incontrare gli amici due volte la settimana si traduce in un aumento della salute fisica e mentale. Niente donne, altrimenti non funziona.

Bastano social network, telefono e mail? No, bisogna vedersi di persona, perché condividere i medesimi spazi aiuta a rafforzare il "legame maschile" e proprio quest'ultimo è il fattore determinante. Più forte è, maggiori sono i benefici, che vanno dal guarire più velocemente all'ammalarsi di meno fino all'essere più generosi e sicuri di sé.

Altro elemento importante: dimenticare i musi lunghi. Confidare i propri guai è un'ottima cosa, ma ridere è la vera chiave di volta. Da qui l'indicazione apparentemente più curiosa del professor Dunbar: gli amici devono essere quattro o cinque, perché studi empirici dimostrano che gruppi più numerosi tendono a inibire le risate.

La realtà dei fatti, verificata su base statistica, è che solo una minoranza degli uomini riesce a incontrare gli amici due volte la settimana. Anzi, è già qualcosa se ci riesce una. Bando dunque agli impegni di lavoro o alle occhiatacce delle fidanzate: qui si tratta di ubbidire alla scienza!

© Riproduzione Riservata

Commenti