Il lato sensuale dell'All Star Game

Cheerleader (ma non solo) nella tre giorni più glamour del basket americano

Giacomo Loquace

-
 

Non ci fossero stati i vari Marco Belinelli (vincitore della gare del tiro da tre punti), John Wall (re delle schiacciate) e Kyrie Irving (MVP della sfida Est-Ovest) verrebbe quasi da chiedersi se si è trattato davvero di un evento sportivo. L'All Star Game 2014 è stato infatti il consueto carrozzone glamour, in perfetto stile americano. Ovvero: lo spettacolo prima di tutto. Con l'immancabile sfilata di cheerleader, wags e celebrity che hanno allietato la tre giorni di New Orleans, attirando l'attenzione di fan e fotografi.

© Riproduzione Riservata

Commenti