tostphoto @iStock (2018)
Social

Instagram ci libererà dall’ossessione degli hashtag

Il servizio pronto a introdurre un campo ad hoc per le categorie tematiche. Novità anche per quanto riguarda video, GIF, stickers e post geo-localizzati

Buone notizie per gli appassionati di Instagram. Un refresh dell’app mobile per iPhone e cellulari Android consentirà presto a tutti gli iscritti al servizio di avere un campo ad hoc, separato cioé dal campo principale che viene oggi utilizzato per l’inserimento del testo, interamente dedicato alla selezione degli hashtag. A rivelarlo è Jane Manchun Wong, tech blogger fra le più attente alle modifiche in beta dei servizi social, che sottolinea i tre principali vantaggi che una novità del genere porterebbe in dote:

  • Gli hashtag saranno meno invasivi. Instagram porterà infatti tutte le categorie precedute dal famigerato cancelletto all’interno di una zona franca, senza cioé “sporcare” il campo principale (che resterà dunque appanaggio del solo testo). 

  • Le foto saranno più facili da ricercare. L’hashtag selector funzionerà anche come un vero e proprio motore di ricerca.

  • Dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) eliminare il limite sul numero di hashtag applicabili per singolo post.

Jane Manchun Wong

Post geolocalizzati

L’arrivo di un nuovo campo interamente dedicato agli hashtag non è l’unica novità su cui sta lavorando il team che ha in carico lo sviluppo del servizio. In fase di test ci sarebbe anche la possibilità di restringere la visibilità di post e storie su base geografica, proprio come già accade su Facebook.

Questa opzione consentirebbe di escludere determinate regioni dall’audience, dando la possibilità agli iscrtitti - e in particolare a società e influencer - di targettizzare specifiche basi di utenti.

Jane Manchun Wong

Gli highlights diventano adesivi

Sul fronte delle Stories, l’aggiornamento più importante riguarda la possibilità di linkare gli Highlight all'interno sotto forma di sticker. Questa novità, che potrebbe essere vista come la versione di Instagram dei Quote di Twitter, consentirebbe di portare gli album di altri utenti archiviati in base a tematiche, luoghi, gruppi di amici all'interno del proprio profilo sfruttando gli ormai noti "adesivi" digitali.

A benefeciarne, scommettono i conoscitori della piattaforma, sarà soprattutto il livello di viralità delle comunicazioni, finora limitato dall'assenza di pulsanti per la ricondivisione di post esterni.

Arrivano i Quiz

Sempre in quest'ottica va vista la possibilità di creare veri e propri Quiz all’interno delle Storie. La nuova funzione andrebbe a incanalarsi nel solco già creato con i Sondaggi e le Domande, ma a differenza di queste ultime consentirebbe di mostrare in prima battuta le risposte giuste senza bisogno di passare per stadi interemedi, come ad esempio il confronto dei risultati.

Una novità, che qualora venisse confermata, andrebbe a erodere spazio e originalità a Snapchat, il social che ha ispirato la nascita delle Storie.

Tag per i video

Novità in vista anche sul fronte dei video. Secondo quanto rivelato da TechCrunch, Instagram starebbe lavorando su una funzione per il video tagging: l’idea, spiega l’autorevole testata americana, è quella di riuscire a catturare l’attenzione di determinati utenti e community, più invogliati alla replica dinnanzi a una notifica esplicita.

Al tempo stesso, l'opzione aiuterebbe i curatori della piattaforma a creazione dei flussi video mostrati di default. La presenza dei tag, puntualizza Techcrunch, consentirebbe a Instagram di posizionare in modo più mirato i video all'interno nel feed dei migliori amici delle persone etichettate.

GIF anche nei messaggi diretti

In ultimo è da segnalare l'arrivo delle GIF all’interno di messaggi diretti su iOS e Android. La ricerca delle immagini animate avverrà attraverso un archivio alimentato da Giphy, o passando il dito su una sezione di immagini di tendenza.

Attraverso il pulsante "casuale", inoltre, sarà possibile ottenere una GIF a sorpresa aggiunta alla conversazione sulla base di un sistema di analisi automatica effettuata sulle parole chiave. E con una pressione lunga sull'immagine sarà possibile vedere chi è il creatore quali altre GIF ha realizzato.

Per saperne di più

Ti potrebbe piacere anche