Mixmike @iStock
Social

Facebook, 6 consigli per i genitori (che si preoccupano per i figli)

Alcune regole d'oro tratte dal nuovo "portale per i genitori" per un utilizzo responsabile dei social network

Facebook è utile o pericoloso? Se lo chiedono, fra gli altri, i tanti genitori che vedono i figli avvicinarsi al mondo dei social network. Normale che sia così. Per quanto tutti (o quasi) siano ormai sul portale dell’amicizia, non c’è mamma o papà che non si ponga qualche ragionevole dubbio sulla presenza del proprio “bambino” in Rete, tanto più in luogo così impattante per la privacy.

Si spiega così la decisione di Facebook di creare all’interno del suo Centro per la sicurezza una nuova sezione interamente dedicata ai genitori. L’obiettivo - spiega lo staff del social network - è fornire le linee guida relative al funzionamento di Facebook, nonché una serie di suggerimenti (alcuni dei quali provenienti da esperti di tutto il mondo) in merito alle dinamiche di comportamento genitori-figli all’interno del portale.

Riportiamo qui di seguito i più importanti, le 6 regole d’oro da tenere presente per chiunque abbia un figlio iscritto (o pronto a iscriversi) a Facebook [Scorri Avanti per continuare].

Di' a tuo figlio che le stesse regole si applicano online e offline

La filosofia del Non fare agli altri quello che non vorresti venisse fatto a te dovrebbe essere applicata pedissaquamente anche nel mondo dei social network. Proprio come diremmo a nostro figlio di guardare da entrambi i lati della strada prima di attraversare o di indossare il casco quando usa la bicicletta - spiega lo staff di Facebook - dovremmo insegnargli a pensare prima di condividere un contenuto online.

Prova a essere un buon modello di comportamento.

L'idea secondo cui ai bambini bisogna dare il buon esempio perché imitano le azioni dei grandi è vera tanto online che offline. In altre parole: se imponiamo ai nostri figli dei limiti di orario in cui possono usare i social media o stare online, accertiamoci di poterli rispettare anche noi.

Connettiti subito con tuo figlio

I genitori dovrebbero connettersi con i figli non appena iniziano a usare i social media, considerando la possibilità di stringere amicizia con loro su Facebook. Online come offline, dunque, è importante creare un dialogo e farlo il prima possibile. Più si aspetta e più diventa difficile, spiega il social network, che sottolinea il ruolo formativo che ogni genitore ha nell'educazione all'uso dei social e, più in generale, delle nuove tecnologie.

Identifica il momento giusto per aprire l'argomento

Un buon momento per stabilire delle regole di base con i propri figli può essere quello del primo cellulare o il tredicesimo compleanno (età in cui, per legge, un minore può iscriversi a Facebook e agli altri social media). Tenendo comunque presente che le buone regole sono un po' come gli esami: non finiscono mai.

Il valore della fiducia

Affinché il parallelismo fra vita reale e comportamenti offline sia effettivo occorre anche un accordo fra le parti. Che si tratti di qualche piccolo suggerimento piuttosto che un vero e proprio contratto firmato, è necessario che il rapporto fiduciario fra genitore e figlio sia rispettato. Da ambo le parti.

Chiedi ai tuoi figli di farti da insegnante.

Spesso i figli ne sanno quanto o addirittura più dei genitori. Parlare di sicurezza, privacy e protezione significa in molti casi cercare un confronto alla pari con i ragazzi, invitandoli ad esprimere oprinioni e giudizi personali. Del resto, come la maggior parte dei genitori sa, ai figli piace avere la possibilità di vestire i loro panni ogni tanto.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti