JOSEP LAGO/AFP/Getty Images
Smartphone & Tablet

I 10 migliori smartphone visti al MWC 2015

Sony, Samsung, HTC, Microsoft, Acer e molti altri ancora. Una carrellata sui migliori modelli presentati alla kermesse di Barcellona

Il Mobile World Congress di Barcellona non ha deluso le attese. Davvero innumerevoli anche quest’anno le novità presentate dai produttori hi-tech, soprattutto sul versante smartphone.

Doveroso, arrivati a questo punto, provare a tirare le somme, selezionando i modelli più interessanti nell’enorme flusso di proposte viste fra gli stand della fiera catalana. Ne abbiamo scelti dieci, i più innovativi, i più attesi o - più semplicemente - quelli dal miglior rapporto qualità-prezzo [Scorri Avanti per continuare]

Samsung Galaxy S6

Dopo le incertezze dello scorso anno, Samsung è tornata a battere un colpo. Anzi due. Il nuovo Galaxy S6 - nelle sue due versioni, con e senza bordi arrotondati - è probabilmente la novità più interessante del Mobile World Congress di Barcellona, con tanto di riconoscimento ufficiale ricevuto dalla giuria della fiera. In un solo colpo la casa coreana ha dimostrato di poter produrre un telefono dalle finiture finalmente pregiate e di avere il coraggio di cambiare le regole del gioco. Il display stondato della versione Edge non sarà forse la novità del secolo ma è almeno un tentativo di creare un’alternativa al solito smartphone full-touch.

[Per saperne di più]

HTC One M9

Il design è più o meno lo stesso del One M8 ma sotto il vestito c’è tanto da scoprire. HTC ha lavorato in modo quasi chirurgico sui punti deboli del precedente modello, rilanciando una proposta che a questo punto ha poco da invidiare all’iPhone 6 e al nuovo Samsung Galaxy S6. La fotocamera - autentico tallone d'Achille nel recente passato - è stata riprogettata intorno a un sensore da 20 megapixel capace fra le altre cose di registrare in 4K, e poi c’è un nuovo processore octa-core che promette cavalli in abbondanza e una batteria che dovrebbe garantire qualche tacca in più a fine giornata. Ma è ancora una volta l’interfaccia Sense il vero capolavoro della casa: Android (Lollipop) non è mai stato così piacevole al tatto.

[Per saperne di più]

Sony Xperia M4 Aqua

Con molta intelligenza e una buona dose di umiltà, Sony ha confezionato una delle migliori proposte qualità-prezzo dell’anno. Si chiama Xperia M4 Aqua e potrebbe essere considerata una versione economica dello Z3, da cui riprende design, connettività (l’LTE è di serie) e vocazione multimediale. A un prezzo, però, praticamente dimezzato (299 euro). I produttori cinesi sono avvisati: i grandi brand dell’hi-tech non hanno nessuna intenzione di deporre le armi nella fascia media di mercato.

[Per saperne di più]

Honor 6+

A proposito di concorrenza cinese. A Barcellona Huawei non ha presentato modelli nuovi, ma ci ha pensato Honor - il brand nato da una sua costola del gigante orientale - ad attrarre le luci della ribalta con un nuovo smartphone di taglia XL. Il concetto è più o meno quello già visto sul fortunato Honor 6: finiture di pregio, prestazioni al top, prezzo abbordabile (si parla di 399 euro); in più c’è un display maggiorato (5,5 pollici, Full HD) e un doppio obiettivo fotografico sul retro del telefono. Una trovata, quest’ultima, che mira a  replicare il comportamento della vista umana, regalando agli utenti una maggiore luminosità e una messa a fuoco in tempo pressoché reale.

[Per saperne di più]

Microsoft Lumia 640 XL

Fa un certo effetto non vedere Nokia fra gli stand di una fiera così importante, ma guardando il nuovo Microsoft Lumia 640 XL si ha come l’impressione che il marchio scandinavo sia ancora fra noi. Il nome rivela già buona parte delle caratteristiche del telefono, che si distingue in prima battuta per l’enorme display da 5,7 pollici e per il prezzo molto competitivo (circa 250 euro). Il resto della dotazione è di buon livello: c’è una fotocamera da 13 megapixel con ottiche Zeiss, un sistema operativo aggiornato allo stato dell’arte (Windows Phone 8.1 aggiornabile a Windows 10) e la possibilità di scegliere una versione dual-sim, utilizzabile con due schede diverse, anche LTE.

[Per saperne di più]

LG Spirit

Fra i tanti modelli di fascia media presentati da LG al Mobile World Congress, vale la pena segnalare questo Spirit, uno smartphone Android (Lollipop) che si caratterizza per la leggera curvatura del display, una peculiarità che secondo la casa coreana garantisce una migliore impugnatura, soprattutto in fase di chiamata. La dotazione interna è più che decorosa: sul piatto un display da 4,7 pollici HD, una fotocamera principale da 8 megapixel, connettività LTE e batteria da 2100 mAh. Il prezzo? Pressoché imbattibile: si parla infatti di un cartellino compreso fra i fra 150 e 200 euro.

Acer Liquid Jade Z

Per Acer lo smartphone deve essere bello a vedersi, performante ed economico; qualità che al nuovo Liquid Jade Z sembrano non difettare. La silhouette tutta curve, gli ingombri ridottissimi (7,9 mm di spessore e un peso di soli 110 grammi) e il cartellino low-cost (199 euro) rappresentano tre colpi al cuore dell’utente che vaga a zonzo per il punto vendita alla ricerca dell’offerta da prendere al volo. Ma è soprattutto sul piano tecnico che il nuovo Android-Phone della famiglia Jade vuol farsi notare. Se il display (da 5 pollici, HD) appare tutto sommato in linea con le specifiche della concorrenza, la connettività (LTE) e la dotazione fotografica (due obiettivi in dotazione, rispettivamente da 5 e 13 megapixel) sono di rango superiore.
[Per saperne di più]

Kazam Tornado 552L

Kazam, brand britannico da poco affacciatosi anche in Italia, si è presentata a Barcellona con una valigia stracolma di novità. A spiccare, però, è soprattutto un modello, il Tornado 552L, uno smartphone che potremmo definire con un gioco di parole il “dual Sim ultra-slim” per via del doppio vano per le schede telefoniche e per lo spessore ai confini della realtà (5,5 millimetri). Interessante la lista delle specifiche tecniche fra cui scorgiamo una fotocamera principale da 13 megapixel con flash LED, una obiettivo frontale da 8 megapixel con magic focus, altoparlanti DTS e Android 5.0 (Lollipop) di serie.

Wiko Highway Star 4G

Wiko si è fatta conoscere (anche in Italia) per la sua gamma di prodotti dall’interessante rapporto qualità-prezzo, e il nuovo Highway Star 4G sembra voler ribadire il concetto. Da fuori è un elegante smartphone da 5 pollici con schermo Amoled (HD), dentro c’è tutto quello che ci si può aspettare da un terminale Android al passo coi tempi, compreso un obiettivo fotografico da 13 megapixel e un processore octa core con supporto alle reti di nuova generazione (LTE). Il prezzo? Circa 300 euro

BlackBerry Leap

Per vederlo e toccarlo con mano dovremo attendere ancora un po’, ma le immagini e i rendering mostrati da BlackBerry al Mobile World Congress fanno ben sperare. Il nuovo Leap è infatti quel genere di smartphone che piacerà soprattutto a chi punta al sodo, soprattutto in ambito lavorativo. La connettività spinta (LTE), la nuova tastiera che apprende dall’utente e la batteria extra-large (si parla di 25 ore di autonomia con uso intenso) sono tre argomenti piuttosto convincenti per l’utenza in giacca e cravatta. Design (pulito) e sicurezza potrebbero fare il resto, ma sarà importante capire il prezzo che verrà fissato dalla casa al momento della commercializzazione.

Ti potrebbe piacere anche