iMore.com
Smartphone & Tablet

Da iPhone a iPhone 6S, tutti i modelli con la mela

Domani sarà svelata l'ultima evoluzione dello smartphone di casa Apple. Ecco com'è cresciuto, anche nel prezzo, dal 2007 a oggi

Otto anni fa, con il primo iPhone, Steve Jobs dimostrò pregi e agi del contatto diretto tra polpastrelli e display, affossando per sempre i tasti fisici sul telefonino. Tim Cook, suo successore alla guida della Apple, è pronto a consacrare la prossima era dell’interazione con lo smartphone: il «Force touch». Potrebbe variare il nome, non l’effetto, simile al tasto destro del mouse: premendo con forza sullo schermo, si accede a un elenco di funzioni aggiuntive. Per esempio, sfiorando il titolo di una canzone, il brano parte come di consueto; toccando il vetro più a lungo, si apre un menu che consente di aggiungerlo o cancellarlo da una playlist.

L’attesa è alle stelle – domani potrete seguire gli annunci seguiti da commenti e approfondimenti su Panorama.it - mentre già da tempo sul web è partita la corsa per sbarazzarsi dei vecchi modelli: solo sul portale di annunci Kijiji, le offerte di vendita dell’iPhone 6 sono aumentate del 32 per cento rispetto a tre mesi fa. D’altronde, il melafonino è ogni anno più presente nelle nostre tasche. È l’alfiere di un’invasione. Ecco com’è cambiato dalle origini a oggi.

iPhone

Steve Jobs lo svela il 9 gennaio del 2007, dal 29 giugno è disponibile on line e in 164 negozi della Apple negli Stati Uniti. Due le versioni: con 4 giga (499 dollari) e 8 giga (599 dollari). Il display ha 3,5 pollici, la fotocamera 2 megapixel.

iPhone 3G

Il primo modello non è mai arrivato ufficialmente in Italia (in Francia, Inghilterra e Germania invece sì), il secondo debutta sul nostro mercato l’11 luglio del 2008 a partire da 499 euro. Lo schermo ha gli stessi pollici del precedente, ma le dimensioni aumentano appena. Di serie, lo suggerisce il nome, c’è la connettività 3G: sul web corre più veloce.

iPhone 3GS

Si inaugura nel 2009 la tradizione che sarà onorata negli anni dispari: design identico a dodici mesi prima, prestazioni superiori. Dal processore alla fotocamera, il cui sensore sale da 2 a 3 megapixel. Cresce anche il prezzo base: 599 euro. Ma per 16 giga di spazio, non più 8.

iPhone 4

Non cambiano le dimensioni dello schermo, per il resto è dieta: nel 2010 si asciuga di quasi 4 millimetri in larghezza, tre in spessore. È più snello e vezzoso: oltre che in nero, debutta in bianco. Costa da 659 euro in su.

iPhone 4S

Nel 2011 fa subito boom: vende quattro milioni di pezzi in tre giorni dal lancio. La fotocamera arriva a 8 megapixel, 3 in più del precedente; lo spazio per foto, musica, app e video raggiunge i 64 giga, ma per averli occorre sborsare 899 euro. La sorpresa è l’assistente vocale Siri.

iPhone 5

Anno 2012: guadagna quasi 9 millimetri di altezza per ospitare il display da 4 pollici, contro i 3,5 di tutte le generazioni passate. Eppure è del 18 per cento più sottile del 4S e pesa il 20 per cento in meno. Il prezzo base è 729 euro.

iPhone 5S e 5C

Doppia sorpresa nel 2013, con nuove cromie a fare da filo conduttore. Il successore dell’iPhone 5, oltre a un sensore che consente di sbloccarlo con l’impronta digitale, sfoggia un inedito colore oro. Si parte da 729 euro, che scendono a 629 per l’iPhone 5C: un modello in azzurro, verde, rosa, giallo e bianco con materiali meno pregiati, pensato per solleticare un pubblico più ampio.

iPhone 6 e 6 Plus

Nel 2014 va in porto la rivoluzione nel look e l’addio al Jobs-pensiero, nemico degli schermi grandi. Il modello standard ha 4,7 pollici; quello Plus 5,5. È un trionfo: 10 milioni di pezzi vanno via in 3 giorni. Prezzo base fermo a 729 euro, ma la versione da 128 giga del Plus rompe il tabù dei mille euro. Costa 1.059 euro.

iPhone 6S e 6S Plus

Se la forma resterà identica, anche per il 6S Plus, è atteso qualche aggiustamento per i materiali: si parla di un alluminio più resistente. Come da tradizione, il processore guadagnerà velocità, alla pari della navigazione sul web, ma il vero salto di qualità riguarderà il sensore della fotocamera: da 8 megapixel salirà a 12. Anche la batteria dovrebbe durare un po’ di più. Se il design non subirà modifiche, si parla di un’opzione in più nella gamma dei colori: ad argento, grigio siderale e oro, si affiancherà il rosa.

Ti potrebbe piacere anche