evleaks @Twitter
Smartphone & Tablet

Google Nexus 6, le cinque cose da sapere

Dimensioni, display, prestazioni, fotocamera e prezzo: come si presenta il nuovo smartphone Android sviluppato da Motorola per il colosso di Mountain View

L’uscita di uno smartphone Nexus desta sempre molto interesse fra gli appassionati di nuove tecnologie. Oltre a essere l’unica vera alternativa all’iPhone firmata Google, ogni nuovo modello della Serie Nexus segna infatti il passaggio verso una nuova generazione di dispositivi Android. Dopo il il Nexus 4 e il Nexus 5 tocca ora al Nexus 6 rappresentare il colosso di Mountain View nell'area più nobile del settore hi-tech, quello degli smartphone di fascia alta.

Qui di seguito proveremo a spiegarvi in 5 semplici punti tutto quello che c’è da sapere sul nuovo portacolori di Google [Sfoglia per continuare].

1. Marchiato Google ma costruito da Motorola

Il nuovo Nexus 6, così come i suoi predecessori, è distribuito da Google ma la realizzazione fattiva del terminale è a carico di un altro brand, nella fattispecie Motorola. Per la società americana, fino a qualche mese guidata della stessa Google (che l’ha poi ceduta ai cinesi di Lenovo), si tratta della prima volta come fornitore di un dispositivo ufficiale Nexus. Una buona occasione per mettere in piazza tutto l'arsenale tecnologico di cui dispone, dai brevetti sulle reti agli studi sui materiali. Sotto questo profilo è da sottolineare la cura nell'assemblaggio del terminale, con uno chassis interamente in alluminio.

2. Display e hardware da favola

Il nuovo Nexus 6 si basa su un display gigantesco display da 5,96 pollici con risoluzione da 2560 x 1440 pixel. Per dimensioni e densità di pixel (496 PPI) siamo a livelli top, superiori persino a quelli dell'iPhone 6 Plus (1920 x 1080 pixel di risoluzione distribuiti su una superficie da 5,5 pollici di diagonale, per un totale di 401 pixel per indice). Sotto il display batte un cuore Qualcomm, nella fattispecie un chipset Snapdragon 805 con GPU Adreno e 3 giga di RAM. Rassicurante, almeno sulla carta, anche la capacità della batteria, pari a circa 3220 mAh, e soprattutto la sua velocità di ricarica: attraverso il "turbo charger" in dotazione Nexus promette un recupero di energia pari a circa 7 ore di autonomia in soli 15 minuti di alimentazione

3. Fotocamera da 13 megapixel

La fotocamera posteriore del Nexus 6 è stata costruita sulla base di un sensore da 13 megapixel con stabilizzatore integrato e flash integrato a led. Più modesta, almeno sul piano della risoluzione la fotocamera frontale, limitata a 2.1 megapixel. Per quanto riguarda le funzionalità video il Nexus 6 permette di registrare filmati in Full HD attraverso la camera principale o da 720p mediante quella frontale. Rinnovata anche la parte audio: il doppio altoparlante del Nexus 6 promette un livello di prestazioni decisamente più elevato rispetto ai discutibili speaker presenti sul Nexus 5.

4. Android L (Lollipop) un sistema operativo tutto nuovo

Ad animare il nuovo Nexus 6 c'è una nuova versione di Android, la 5.0 aka Lollipop, specificamente pensata per le architetture a 64 bit. In questa veste rinfrescata, il sistema operativo di Mountain View mostra una grafica più pulita  con alcune applicazioni chiave - ad esempio composizione di chiamata, messaggi, calendario, orologio - riprogettate da zero. Rivisto anche il sistema di notifiche che ora consente di ricevere avvisi riguardanti chiamate in arrivo, messaggi e batteria senza interrompere le attività in corso, nonché di attivare e disattivare gli alert di qualsiasi applicazione così da limitare i contenuto visualizzati in home page. Come gli ultimi modelli Motorola, anche il Nexus 6 consente l'interazione vocale senza bisogno di toccare in alcun modo il touch-screen: dalla schermata iniziale è sufficiente pronunciare “Ok Google” per effettuare una ricerca vocale, mandare un messaggio, ottenere indicazioni stradali o riprodurre un brano musicale.

5. Prezzi da 649 euro

La commercializzazione del nuovo Nexus 6 avverrà a partire dal prossimo mese di Novembre (le prenotazioni partono dal 29 ottobre) attraverso il consueto sistema di rivendita online del Google Play Store. Rispetto al Nexus 5 tutti i prezzi (ancora da confermare) sono stati rivisti verso l'alto: la versione LTE da 32 GB dovrebbe costare 649 euro, quella da 64 GB 699 euro.

Ti potrebbe piacere anche