Salute

Una nuova generazione di protesi mammarie

- LONDRA, November 17, 2015 /PRNewswire/ --

Le protesi mammarie sono da tempo disponibili in una vasta gamma di forme e consistenze; tuttavia, si può affermare come regola generale che quanto più una protesi viene percepita come morbida e naturale tanto più "fluido" e meno coeso risulterà il silicone di cui è composta. Contrariamente a tale regola, nel corso del tempo si sta affermando in misura sempre crescente l'utilizzo di sostanze riempitive di maggiore solidità, con il risultato di disporre di protesi mammarie più dure e meno naturali, sia alla vista che al tatto.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20151109/285293LOGO )

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20151109/285294 )

Tuttavia, è ora disponibile una nuova gamma di protesi mammarie di 6° generazione, tanto malleabili e morbide da poter essere strizzate e ritorte senza perdere la forma originaria, che risulta stabile anche se la protesi viene sezionata.

Grazie all'esclusiva morbidezza al tatto, la gamma di protesi mammarie IMPLEO non manifesta l'artificiale "rigidità" degli impianti ad alta coesione, offrendo alle donne un'impareggiabile sensazione di naturalezza al tatto. La consistenza di IMPLEO consente di comprimere la protesi e permette al chirurgo di impiantarla attraverso un'incisione più piccola, che produrrà, di conseguenza, una cicatrice altrettanto ridotta.

La gamma IMPLEO, che ha ottenuto rapidamente uno straordinario successo ed è stata accolta dai chirurghi come un vero e proprio "salto di qualità", viene prodotta esclusivamente dall'azienda britannica Nagor (http://www.nagor.com) e incorpora una tecnologia tanto innovativa da scatenare i social media (#IMPLEOtwist) in una serie di dimostrazioni "acrobatiche", in cui i chirurghi manipolano il dispositivo per testarne la resistenza. Ad esempio, un chirurgo argentino è passato ripetutamente con l'automobile su una protesi, mentre un medico britannico ha utilizzato un escavatore nel tentativo infruttuoso di spaccare il dispositivo protesico.

Il mese scorso, GC Aesthetics ha ospitato 150 chirurghi provenienti da oltre 22 Paesi per un evento VIP tenutosi parallelamente alla maggiore vetrina di medicina e chirurgia estetica europea, il CCR Expo (http://www.ccr-expo.com), in cui eminenti clinici, provenienti da ogni parte del mondo, sono stati messi al corrente della rivoluzionaria tecnologia di IMPLEO e hanno partecipato a #IMPLEOtwist.

A differenza della maggior parte degli impianti mammari che sono rimasti praticamente immutati dagli anni '90, GC Aesthetics (http://www.gcaesthetics.com), la società capogruppo di Nagor, e il marchio francese Eurosilicone(http://www.eurosilicone.com) innovano costantemente i loro prodotti adattandoli alle tendenze e alla domanda di mercato e incorporandovi al contempo la tecnologia più recente. Ogni anno, questi marchi producono oltre 300.000 impianti in 1.100 varianti diverse, esportandoli in oltre 75 Paesi nel mondo.

Ayse Kocak di GC Aesthetics, primo CEO donna in questo settore, ha dichiarato:

"Siamo lieti di offrire la nostra rivoluzionaria gamma IMPLEO prodotta nel Regno Unito. Lavoriamo a stretto contatto con i nostri clienti, sia medici che pazienti, fornendo soluzioni che soddisfino le loro esigenze e le loro aspettative, e utilizzando le nuove ed entusiasmanti tecnologie oggi disponibili. Questa è la generazione futura di protesi mammarie: morbide e naturali ma al tempo stesso internamente coese, realizzate appositamente per rasserenare le donne. Siamo entusiasti del fatto che GC Aesthetics sia un'azienda all'avanguardia orientata alfuturo della chirurgia mammaria".    

© Riproduzione Riservata

Commenti