Salute

Un girovita abbondante causa disfunzioni urinarie e sessuali

Uno studio su 400 uomini ha stabilito che con l'aumentare dei centimetri in vita aumentano i problemi

Pance estive (Credit: http://www.flickr.com/photos/yourdon)

Il grasso depositato sulla pancia è un importante fattore di rischio cardiovascolare, oltre ad essere antiestetico al massimo. Ora uno studio sostiene che i chili accumulati all'altezza della vita hanno negli uomini anche altri effetti negativi sull'apparato urinario e sessuale. Con l'aumentare del girovita nell'uomo, dicono gli autori dello studio pubblicato sul numero di agosto del British Journal of Urology International, c'è il rischio che aumenti anche la sua esperienza in fatto di disfunzioni sessuali e la minzione frequente.

"I risultati dimostrano che l'obesità negli uomini - che è parte di un'epidemia globale in crescita - incide sul loro benessere in maniera profonda", commenta Steven Kaplan, professore di urologia al Weill Cornell Medica College. "Dobbiamo pensare al corpo in maniera molto più olistica. Quello che mangiamo può avere conseguenze devastanti non soltanto sul nostro cuore", spiega Kaplan. "Altri aspetti che concorrono alla qualità della vita, come la salute sessuale e la minzione, possono esserne influenzati in maniera drastica".

Per fortuna dallo studio emerge anche una buona notizia: perdere peso, o meglio ancora centimetri, aiuta a superare quei problemi che fino ad oggi non si credevano legati al sovrappeso e alla massa corporea. Così come i nutrizionisti sostengono che agli obesi basti perdere il 10% del proprio peso per assistere già a un notevole miglioramento di tutti i parametri della salute, secondo Kaplan basta perdere 2 pollici e mezzo di circonferenza, che equivalgono a poco più di 6 cm, per assistere a miglioramenti misurabili della salute sessuale e dei problemi urinari.

Come sono arrivati a queste conclusioni Kaplan e colleghi? Arruolando nello studio 409 uomini con sintomi del basso tratto urinario, che comprendono sia la difficoltà ad urinare sia, al contrario, la minzione frequente, di giorno e di notte. I partecipanti avevano un'età compresa tra 40 e 91 anni: il 37,5% di loro presentava una circonferenza vita inferiore ai 91 cm, il 33,5% era tra i 91 e i 101, e infine il 29% aveva un girovita superiore ai 101 cm. Una circonferenza più abbondante corrispondeva a una minzione più frequente, sia di giorno sia di notte, e i ricercatori hanno anche appurato che il 74,5% degli uomini con la circonferenza più abbondante riportavano problemi di disfunzione erettile, rispetto al 32% degli uomini più snelli in assoluto.

Kaplan ammette di non sapere come mai l'obesità causa problemi urinari e sessuali, ma ipotizza che i cambiamenti nel flusso sanguigno e vascolare verso il bacino, insieme alle alterazioni ormonali che accompagnano l'obesità, siano i principali indiziati.  Quel che è certo è che la circonferenza della vita diventa una misura ancora più importante in mano ai medici per valutare i rischi per la salute dei propri pazienti.

© Riproduzione Riservata

Commenti