Sanità: Gentiloni, dobbiamo ringraziare medici e infermieri

gentiloni_cartellina_fg

a cura di LABITALIA/ADNKRONOS

-

Firenze, 6 apr. - (AdnKronos Salute) - "Ogni tanto i medici, gli infermieri, i tecnici e gli operatori della sanità hanno bisogno anche semplicemente di essere ringraziati da noi, dagli italiani, dalle istituzioni. Quindi davvero grazie". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, durante la cerimonia di inaugurazione del Trauma Center dell'ospedale Careggi di Firenze.

Il premier ha definito la partecipazione all'inaugurazione di questa nuova struttura di pronto soccorso destinata ad accogliere le vittime di traumi e fratture "un privilegio", spiegando che il Trauma Center riempie "di orgoglio". Da qui le parole di gratitudine di Gentiloni "ringrazio innanzitutto i medici, gli infermieri, gli operatori che sono i protagonisti di questa struttura".

"Visitando questa struttura -ha sottolineato Gentiloni- ho avuto un'impressione di orgoglio nel vedere la sua modernità e la sua eccellenza. Orgoglio perchè si tratta di una struttura pubblica; orgoglio di vedere il meglio nell'organizzazione di uno spazio sanitario. Ed è una struttura pubblica che merita il meglio per assistere i pazienti innanzitutto come persone".

Il presidente del Consiglio ha ricordato come nella nuova struttura di pronto soccorso legata all'ortopedia dell'ospedale di Careggi arriveranno "persone che si trasformeranno in pazienti" a cui dovrà essere assicurato il meglio delle cure ma anche dell'accoglienza dal punto di vista umano. "Questo vale soprattutto per le persone anziane, per le persone sole: un trauma e una frattura talvolta può comportare una svolta nella loro vita. E qui -ha evidenziato Gentiloni a proposito del nuovo Trauma Center di Careggi- c'è la capacità di affrontare i problemi sanitari e medici in un'ottica umana, con uno sforzo nel segno della qualità che qui c'è e deve continuare ad esserci".

© Riproduzione Riservata

Commenti