Salute

Sanità: fisioterapisti, no a modifiche Ddl Lorenzin che aprono ad altre figure

fisioterapista_a_lavoro

Roma 19 mag. (AdnKronos Salute) - L’Associazione italiana fisioterapisti (Aifi) scrive una lettera aperta al ministro della Salute Beatrice Lorenzin per evidenziare "la forte preoccupazione nei confronti di una proposta di legge, il Ddl Lorenzin, che sovverte il percorso istituzionale, che prevede che l’individuazione di nuove figure sanitarie sia subordinata al parere di apposite Commissioni operanti nell’ambito del Consiglio superiore di sanità, mettendo a rischio la salute dei cittadini". L'Aifi contesta al disegno di legge Lorenzin gli "inopportuni articoli, che mirano all'istituzione di nuove professioni sanitarie in palese inosservanza delle giuste disposizioni previste dalla legge 43 del 2006", precisa l'associazione.

Il Ddl Lorenzin - ricorda l'Aifi - sarà in votazione in questi giorni e l'associazione "sta facendo tutto quello che è in suo potere per sensibilizzare gli attori di questo disegno di legge". L'Aifi ha anche lanciato una petizione contro il Ddl Lorenzin, "che dopo solo 5 giorni dal suo lancio ha raggiunto oltre 16 mila sostenitori - precisa l'associazione - segno evidente di quanto un disegno di legge così strutturato sia controverso".

© Riproduzione Riservata

Commenti