Salute

Salute: il medico raccontato in 'Zona d'ombra', Clinton forse avvelenata

Clinton_Hillary_profilo_Afp-U3015242953651BH--1280x960@Web

Washington, 13 set. (AdnKronos Salute/Washington Post) - Hillary Clinton è stata avvelenata? L'ipotesi, finora priva di qualsiasi prova, è stata avanzata da un noto medico nigeriano, Bennet Omalu, la cui vicenda fu raccontata nel film 'Zona d'ombra'. "Consiglio la campagna della Clinton di eseguire analisi tossicologiche del sangue della signora. E' possibile che sia stata avvelenata", ha twittato il medico la sera dell'11 settembre, diverse ore dopo che l'ex segretario di Stato era stata costretta ad ammettere di avere una polmonite.

Cittadino americano dal 2015, Omalu è un neuropatologo nigeriano che scoprì la Cte (encefalopatia cronica traumatica), malattia degenerativa del cervello dovuta a ripetuti colpi subiti alla testa. La sua intuizione partì dall'autopsia di una ex stella del football americano che da anni dava segni di squilibrio. Solo dopo molte difficoltà il medico riuscì a imporre la sua scoperta e a convincere la Lega nazionale del football americano ad affrontare la malattia, di cui soffrono vari ex giocatori.

© Riproduzione Riservata

Commenti