Salute

Salute: acqua e carboidrati, le dritte per il maratoneta pre-gara

maratonaRoma_2014

Roma, 31 mar. (AdnKronos Salute) - Pettorina numerata indosso e l'obiettivo di tagliare il traguardo. Ma prima di scendere in pista i maratoneti dovrebbero seguire una preparazione ad hoc. Non solo training ed esercitazione atletica, bensì regole nutrizionali per garantire idratazione ed energie durante la competizione. "Correre una maratona di 42 chilometri provoca un notevole sforzo cardiovascolare e uno stato di disidratazione con un eccessivo carico di lavoro renale - spiega all'Adnkronos Salute Carmine Orlandi, nutrizionista e consigliere nazionale Sinseb (Società italiana di nutrizione, sport e benessere) - Il recupero è veloce, richiede solo qualche giorno, ma è fondamentale seguire un programma di idratazione prima, durante e dopo l'esercizio".

Dunque, in vista delle due corse competitive in programma per domenica prossima a Roma e Milano, sono diversi gli accorgimenti per gli atleti: "La corsa porta tantissimi benefici all'attività muscolare, al miglioramento dei profili metabolici e dei parametri cardiovascolari. Ma a condizione che sia preceduta da un allenamento sano e personalizzato - avverte lo specialista - Sia durante l’allenamento che durante la gara è importante monitorare la frequenza cardiaca".

"Quando si supera il limite indicato dal medico sportivo - raccomanda - bisogna rallentare. In ogni caso è importante che si arrivi al giorno della competizione in perfetta forma, anche in termini di equilibrio tra massa magra e massa grassa".

Fondamentale anche un programma mirato di idratazione e alimentazione che accompagni la gara. "Se la corsa è prevista in una giornata calda e umida - osserva Orlandi - è consigliabile una preidratazione anche a partire da due giorni prima. Mezzo litro d'acqua e sali minerali a piccoli sorsi prima della partenza e la stessa soluzione, arricchita da carboidrati a lenta cessione, durante il tragitto. Poi bisogna continuare a bere per almeno un'ora". Per quanto riguarda il menù pre-gara: "Una colazione sostanziosa, qualche ora prima della partenza, per arrivare comunque a digestione terminata. Mentre ancora più importante è la cena della sera prima, rigorosamente a base di carboidrati".

© Riproduzione Riservata

Commenti