Alpi
Salute

Ozonoterapia: ecco quali patologie cura

Dall'ortopedia alla medicina estetica, dalla fisiatria all'immunologia: tutti gli ambiti d'azione di un metodo ad ampio spettro

"L'Ossigeno-Ozonoterapia rappresenta una vera e propria cura, ad ampio spettro, per moltissime patologie di varia natura. L'ozonoterapia da un punto di vista sistemico può essere utilizzata con ottimi risultati per tutte le patologie che interessano gli organi (ad esempio pancreopatie, cardiopatie, pneumopatie, apparato gastroenterico)" spiega il Dottor Gaspare Porzio della Leda Clinic di Bergamo

"Qualsiasi parte del corpo centrale o periferica trae beneficio dalla ozonoterapia." prosegue. "Io uso l'ozono a 360 gradi. Essendo un omeopata, ho la visione del corpo nell'insieme. Non mi limito alla singola patologia o al singolo organo. In tutti questi anni l'ho usata con risultati eccellenti per curare ernie discali, artriti, artrosi, patologie gastrointestinali (in abbinata con la idrocolontearpia) e persino insufficienze venose. Effetti collaterali? Praticamente nessuno"

Qui sotto, in sintesi, le patologie che possono essere curate efficacemente con l'ozonoterapia:

Ortopedia e Traumatologia: discopatie (dolore continuo, lombosciatalgie, protusioni ed ernie), sindrome del tunnel carpale, tarsale, ulnare, tendinopatie, osteomieliti, neuroma di Morton, patologie artrosiche degenerative, reumatismi articolari, spondilopatia artrosica e spondilopatia artritica, artrite psoriasica ossea.

Medicina Estetica: lipodistrofia antiestetica (ovvero cellulite), adiposità localizzate e obesità, cheloidi, cicatrici post operatorie, angectasie capillariche (capillari).

Dermatologia: cellulite, acne, alopecia aerata, micosi, eczemi, psoriasi, piaghe da decubito e diabetiche, caduta dei capelli, dermatiti e neurodermiti, Herpes simplex (orale e sessuale) ed Herpes zoster (fuoco di Sant’Antonio), anche oculare.

Fisiatria: malattia di De Quervain, tendinopatie (per esempio tendine di achille, periartrite scapolo-omerale, epicondiliti (gomito del tennista), entesopatie, epicondilite e epitrocleite, borsite. Riabilitazione neuromotoria e postoperatoria.

Neurologia: cefalea vascolare cefalea muscolotensiva, depressione, sindrome da affaticamento cronico, alterazione del tono dell’umore, malattie neuro vascolari, recupero post-TIA e post-Ictus e loro prevenzione, sclerosi multipla e della SLA, compressione del nervo sciatico popliteo esterno alla testa del perone o del nervo soprascapolare come anche del nervo mediano al canale del pronatore, neuropatie da compressione come la meralgia parestesica (o parestetica), neuropatie periferiche.

Chirurgia: riduce il dolore post operatorio, le complicanze infettive post-chirurgiche, migliorando notevolmente i tempi di recupero dopo un intervento chirurgico.

Geriatria: arteriosclerosi periferica e arteriosclerosi cerebrale, artrosi, osteoporosi, artrite reumatoide, morbo di Parkinson, Alzheimer.

Gastroenterologia: epatotossicosi, epatopatie acute e croniche (da Epatite virale di tipo B o Epatite virale di tipo C), Morbo di Crohn, colite ulcerosa, diabete e diabete con complicanze periferiche neurovascolari con piaghe e ulcere, dismicrobismi intestinali, colibacillosi, colite spastica e atonica, colon irritabile, meteorismo, stitichezza, diarrea, candidosi intestinale, diverticolosi e diverticolite del colon, emorroidi, proctiti, ragadi ed eczemi anali, disbiosi intestinale, coliti, colon irritabile.

Immunologia: immunodeficienze acquisite e non, sindromi autoimmunitarie come tiroiditi, vasculiti, fibromialgie, dermatomiositi, Raynaud, connettiviti, lupus eritematoso.

Pneumologia: l’ozonoterapia tratta BPCO, ipertensione polmonare, asma e rinite allergica.

Andrologia: l’impotenza maschile di ogni età, l’impotenza della donna, e funzione come coadiuvante nella fertilità.

Allergologia: allergie alimentari, da contatto, ecc...,dermatiti ed eczemi, pollinosi, riniti su base allergica, asma di natura allergica.

Urologia: cistiti, infezioni e micosi dei vari tratti urinari, nefriti e pielonefriti, cistopieliti, prostatiti e ipertrofie prostatiche, insufficienze renali acute e croniche, induratio penis plastica (o malattia di La Peyronie) e coadiuvante nella dialisi.

Ginecologia: candidosi vaginale, annessiti tubariche edovariche, bartoliniti, infezioni batteriche, protozoarie e micotiche, anche cronicizzate da anni, cistiti, vaginiti, mestruazioni dolorose, mastopatia fibrocistica.

Medicina dello Sport: distorsioni articolari, contratture, strappi muscolari, fratture e lesioni tendino-muscolari.

Testo a cura del Dottor Gaspare Porzio - Direttore sanitario Leda Clinic

© Riproduzione Riservata

Commenti