ginocchio
Salute

Ginocchio: molte operazioni sono inutili

Per le lesioni del menisco dovute all'età, la ginnastica funziona quanto l'intervento chirurgico.

La chirurgia per ginocchia “consumate” è una delle più comuni. Nel mondo, sono circa 2 milioni l’anno gli interventi di artroscopia per rimuovere le parti lesionate del menisco. Eppure, non è detto che queste operazioni servano molto. “Una pratica altamente discutibile senza buone evidenze in” la definisce un editoriale appena uscito sul British Medical Journal. L’articolo commenta uno studio, uscito sulla stessa rivista, secondo cui l’operazione chirurgica non ottiene effetti migliori nella maggior parte dei casi, e forse ne ottiene perfino di peggiori, di un programma di esercizio fisico mirato.

Intervento vs. esercizio. Per verificare l’utilità della chirurgia del ginocchio, ampiamente praticata ma con poche prove di buona qualità in supporto, un gruppo di ricercatori in Danimarca e Norvegia ha organizzato uno studio clinico randomizzato, il genere di ricerca considerato più appropriato per stabilire se davvero un intervento ha l’effetto desiderato e ipotizzato. Centoquaranta adulti, età media 50 anni, con un problema documentato di lesione degenerativa al menisco sono stati suddivisi in due gruppi: le persone del primo sono state sottoposte al classico intervento chirurgico in artroscopia, seguito da alcuni esercizi da svolgere a casa, quelle del secondo hanno seguito un programma di ginnastica supervisionato da fisioterapisti per 4 mesi, con 2 o 3 sedute a settimana. A tre mesi e poi ancora a due anni di distanza sono stati valutati gli esiti. Secondo quanto riportato nello studio, non sono state osservate differenze per quanto riguarda parametri come il dolore, la funzione del ginocchio durante lo sport e le attività ricreative in movimento, e neppure la qualità della vita. Nel breve termine, i pazienti che si sono sottoposti alla ginnastica hanno avuto anche qualche miglioramento nella forza muscolare. Ragione per cui – concludono i ricercatori – “i medici dovrebbero incoraggiare i pazienti di mezza età con lesioni degenerative e nessun segno di artrite a prendere in considerazione la ginnastica invece dell’intervento chirurgico”.

 Consigli su cui – riflettono gli autori dell’editoriale che accompagna lo studio – probabilmente molti chirurghi ortopedici non sarebbero d’accordo, ma che dovrebbero invece essere valutati in una prospettiva di sanità pubblica.

 

 

© Riproduzione Riservata

Commenti