laboratorio
Salute

Nuova terapia colpisce le cellule staminali del cancro

Un composto creato in Galles mira a sradicare per sempre la malattia agendo sulle cellule staminali tumorali, per evitare recidive

Si chiama OH14 ed è un composto messo a punto dai ricercatori dell'Università di Cardiff, in Galles, che in studi pre-clinici ha dimostrato di riuscire a eliminare le cellule staminali comuni a diversi tipi di tumore aggressivo: quelli che colpiscono seno, pancreas, colon e prostata. Grazie a un processo per lo screening di farmaci computerizzato, messo a punto lo scorso gennaio, è stato possibile per gli autori identificare due nuove classi di agenti anti-cancro, che mirano a due nuovi e distinti meccanismi alla base del cancro.

Il composto OH14 ha come target una proteina, detta c-FLIP, colpendo la quale lavora su due fronti: in primo luogo aiutando a disattivare il meccanismo di autodifesa del tumore contro il sistema immunitario e in seconda battuta evitandone la ricrescita. La funzione principale della proteina c-FLIP consiste nell'impedire l'apoptosi, cioè la morte cellulare, indotta dalla molecola chiamata TRAIL, un'arma cruciale che il sistema immunitario del corpo utilizza per uccidere le cellule danneggiate o cancerose. Eliminando questo ostacolo, quindi, il sistema immunitario torna in grado di aggredire e uccidere le cellule nocive.

I ricercatori sperano che alla fine la sperimentazione umana si dimostrerà l'efficacia del composto OH14 nel sensibilizzare le cellule tumorali e le cellule staminali tumorali alle terapie a base di farmaci già esistenti, quindi impedendo nuove ricrescite dei tumori dopo la cura.

Lee Campbell, Research Projects and Science Communications Manager presso Cancer Research Wales, la charity che ha in parte finanziato lo studio, ha commentato: "Questo è un importante passo avanti, dato che le cellule staminali del cancro sono ritenute responsabili per il fallimento di molte cure contro il cancro e per la ricomparsa di tumori, spesso molti anni dopo la malattia iniziale. Perciò la capacità di eliminare le cellule staminali tumorali dal corpo offre la possibilità di sradicare completamente la malattia una volta per tutte. Siamo ansiosi di vedere questi nuovi composti all'opera sui pazienti".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti